English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Inaugurata a Matera la mostra (fino al 30 giugno) dell’artista Giulio Lorubbio “Silenzio, parlano i cocci”

10 Giu 2019 | Nessun Commento | 310 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Inaugurata a Matera, nei locali di via San Biagio 29, la mostra “Silenzio, parlano i cocci”, omaggio alla città dei Sassi dell’artista montalbanese Giulio Lorubbio.

Le sue opere sono realizzate con i cocci, con i quali vengono rappresentate una serie di scene della città dei Sassi. A Matera in mostra anche una bellissima rappresentazione della Rabatana di Tursi.

Lorubbio, conosciuto come “l’artista cocciuto”, è nato a Montalbano e vive a Sciacca, in provincia di Agrigento.

Per le sue opere l’artista preferisce utilizzare i cocci levigati di pietre ritrovate sulla spiaggia. L’artista vive in Sicilia ma resta sempre molto legato alla sua terra natia, che racconta attraverso le sue opere, realizzate attraverso l’utilizzo di elementi poveri trovati in spiaggia, in campagna, per strada o riciclati, che siano cocci, frammenti di vetro, pezzi di legno o conchiglie. Materiale inerte che per Giulio Lorubbio acquista nuova vita e racconta storie fantastiche, frutto della sua immaginazione e dei suoi sogni. A 12 anni in visita con suo padre a Matera si perde da solo, scoprendo all’improvviso davanti a se lo scenario primitivo e abbandonato dei Sassi. Quelle case, sembrava che gli chiedessero aiuto, molto probabilmente questo è solo uno suo atavico ricordo che ha segnato tutti i suoi lavori rappresentati fin da subito da tante casette dotate di occhi e bocca aperta, come se chiedessero protezione, sostegno e tutela.

Giulio Lorubbio

Il prete, il sindaco e il carabiniere sono stati i primi tre personaggi creati involontariamente, quasi in uno stato meditativo, mentre l’artista era assorto nel ricordo della mamma Gaetana. Da quel momento la sua creatività cresce sempre di più, nascono paesaggi su sfondo nero per poi, approdare ad opere coloratissime che riflettono nello spettatore gli accesi colori e profumi mediterranei. La sua vita trascorre tra campagna e creatività in un’alternanza serena e mite di produzione di alimenti naturali della terra e naturali paesaggi rielaborati dalla sua inreale fantasia.

La mostra resterà aperta fino al 30 giugno 2019 e sarà visitabile tutti i giorni dalle 18 alle 23.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie