English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Il Lubetkin Prize 2009 al Nido icona di Pechino

23 Lug 2009 | Nessun Commento | 4.615 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

LUBETKIN
Il Nido degli architetti Herzog & de Meuron ha vinto il LUBETKIN PRIZE 2009. E’ stato l’indiscusso protagonista dell’estate 2008 a Pechino e nel mondo per aver ospitato le ultime Olimpiadi.  Il nuovo National Stadium di Pechino, soprannominato nido, è già diventato un’icona indiscussa per la città di Pechino e continua a far parlare di sé anche nel 2009 meritandosi il Lubetkin Prize. Il premio d’architettura è conferito dal RIBA (Royal Institute of British Architects) ai membri progettisti del miglior edificio dell’anno costruito fuori dalla UE.
Il prestigiosissimo riconoscimento è intitolato a Berthold Lubetkin, architetto di origine georgiana scomparso nel 1990 che ha lavorato soprattutto a Londra, nonché fondatore dell’innovativo Tecton Group.

Il RIBA  ogni anno organizza il RIBA International Awards, manifestazione in cui premia le migliori 15 architetture extraeuropee, e tra queste la scorsa settimana è stata decretata la migliore, quella meritevole del Lubetkin Prize. La giuria ha visitato gli edifici finalisti e decretato il vincitore senza alcuna esitazione.
Sunand Prasad, giurato e presidente del RIBA ha affermato che “quest’anno la rosa dei finalisti del Lubetkin Prize è stata semplicemente la migliore mai vista e, sebbene il dibattito sia stato intenso, il risultato era chiaro. Il National Stadium di Pechino sarà per un lungo tempo per la città e per tutto il mondo uno degli emblemi più memorabili del 2008 della rinascita della Cina e del suo potere globale. Per un  singolo lavoro di architettura è raro poter racchiudere una tale varietà di funzioni”.

LUBETKINLo stadio è stato progettato dagli architetti svizzeri Jacques Herzog e Pierre de Meuron in collaborazione con ArupSport e il Chinese Architectural Design and Research Group.
Il nido ha una straordinaria struttura molto complessa, pensata valutando l’alta sismicità della zona,  e che assolve nello stesso tempo ad un ruolo essenziale nell’aspetto formale; è pura funzione e bellezza di caos ordinato nello stesso tempo. Il risultato è uno stadio da 217 milioni di sterline, dalla forma indimenticabile e unico nel mondo. Quello che sorprende di questa edizione del Lubetkin Prize è che su 15 concorrenti ben sei edifici sono Cinesi.

I 15 concorrenti – vincitori del RIBA International Awards

National Stdadium Beijing, Bird’s nest – Pechino – Herzog & de Meuron
Beijing Capital International Airport Terminal 3 – Pechino – Foster + Partners
Museum Brandhorst – Monaco – Sauerbruch Hutton
Sean O’Casey Community Centre – Dublino  – O’Donnell and Tuomey The Water Cube (National Swimming Centre)  – Pechino – PTW Architects
The British High Commission – Colombo, Sri Lanka – Richard Murphy Architects e Milroy Perera
Beijing Station – Pechino – Farrells con Third Railway Survey and Design Institute Group Corporation for TSDI
Maosi Ecological Demonstration Primary SchoolQuingyang City, Cina – Department of Architecture, the Chinese University of Hong Kong
Ninetree Village – Zhejiang, China – David Chipperfield Architects con Zhejiang South Architectural Services Design
Saxo Bank – Copenhagen – 3XN
Alto Vetro Residential Tower – Dublino – Shay Cleary Architects
European Investment Bank – Luxembourg City – Ingenhoven Architects
Cocoon, Exclusive Office Headquarters Zurigo – Camenzind Evolution
Ching Fu Shipbuilding Kaohsiung, Taiwan – Rogers Stirk Harbour + Partners, e HOYA Architects
Northern Arizona University, Advanced Research and Development Facility –  Flagstaff, Arizona – Hopkins Architects e Burns-Wald Hopkins Architects

www.architecture.com

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie