English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Il 28 ottobre al Teatro Forma il Centro bilaterale per gli affari e scambi interculturali Italia-Romania presenta le proprie attività

27 Ott 2019 | Nessun Commento | 414 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email
Saba Loconsole presidente del Centro bilaterale per gli affari e scambi interculturali Italia-Romania

Il “Centro bilaterale per gli affari e scambi interculturali Italia-Romania” (presidente Saba Loconsole) in collaborazione con “Fundatia Maria” organizza una serata di presentazione delle proprie attività alla stampa e a tutti gli operatori commerciali e culturali interessati.

È prevista la presenza di Lucretìa Tanase, Console generale di Romania, che nel presente garantisce l’assistenza consolare ai cittadini romeni residenti nelle regioni di Puglia, Calabria, Basilicata e Molise.

(Ricordiamo che l’Italia ha 10 consolati in Italia, oltre l’ambasciata a Roma)

Programma:

18,30: Saluti istituzionali

19: Presentazione del Centro bilaterale di affari e scambi interculturali Italia – Romania

19,30: Spettacolo teatrale “L’ANNO DELLA GRAZIA”

(comprende oltre 30 personaggi, interpretati da 12 attori).

Autore: Cristian Tiberiu Popescu

Regista: Serban Puiu

Musica originaleRadu Mihalache.

Lucretìa Tanase, Console generale di Romania

La rappresentazione teatrale Year of Grace offre una vista panoramica sul periodo 1916, l’ingresso della Romania nella prima guerra mondiale, quindi sulle sconfitte di quell’anno e le enormi perdite umane, seguite dalla rinascita dell’ esercito, culminata con le grandi vittorie del 1917, di Mărăști – Marasesti-Oituz; poi le sfortunate conseguenze per la Romania della prima rivoluzione russa e della rivoluzione bolscevica, che lasciò sola la Romania, difendendo un enorme fronte, quindi, nel 1918, i passi verso una pace separata con le potenze centrali, che in realtà non divenne mai funzionale, perché non fu mai ratificato dal re. Poi il rientro della Romania nella guerra e la richiesta di unificazione di Bukovina, Transilvania, Banat e la creazione del moderno stato unitario rumeno.

Infine, la continuazione della storica missione anti-bolscevica, attraverso la conquista di Budapest, 1919.

21:30 – 22:30 – Cocktail

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie