English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Il 28 agosto prosegue la settima edizione di “Poeti del Mediterraneo”. Dal Libano, Joumana Haddad

18 Ago 2009 | Nessun Commento | 2.011 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Rivista - JasadE’ Joumana Haddad, poetessa, scrittrice e giornalista libanese, l’ospite della settima edizione di “Poeti del Mediterraneo”, recital inserito in Mediterranea Estate 2009 del Comune di Lecce, che si terrà venerdì 28 agosto presso l’ex Convento dei Teatini, alle ore 20,30.

Recital, corsi di dizione e recitazione, progetti editoriali, tensione per un milieu umano e culturale, diffusione di un “pacchetto economico-culturale” del territorio: sono solo alcune tappe/iniziative di Percorso Mediterraneo, progetto sviluppato dalla sinergia “Protocollo Salento”, che ha MEDIA come associazione capofila e vede al lavoro la cooperativa Euroservice, Beutacom comunicazione, Scena Muta, le Ambasciate Salentine.
Come nascono i Recital? L’area del Mediterraneo – da sempre culla di cultura e di arte – ha una storia caratterizzata da opere (anche letterarie e poetiche) inestimabili e senza vincoli di tempo e di spazio, con diffusione e influenza planetarie.
Cosa è rimasto di questa produzione, nelle sue sedi originali? Quale il legame/rapporto tra territorialità e universalità, a fronte dell’evoluzione delle situazioni e (contrap)posizioni storiche e locali? E’ rintracciabile un filo accomunante di temi, valori, suggestioni?
A questi e ad altri interrogativi tenta di rispondere Poeti del Mediterraneo, la rassegna realizzata da MEDIA – laboratorio di cultura e comunicazione ormai da sette anni: un confronto tra poeti dei paesi e delle etnie mediterranee, con brani proposti dagli stessi autori in lingua originale e poi recitati nella traduzione italiana. Dopo Albania, Grecia, Spagna, Corsica (Francia), Malta, è ora la volta del Libano.
Come d’uso la poetessa, Joumana Haddad, narrerà i propri versi nella lingua originale: essi saranno poi letti dalla stessa (che parla correntemente l’italiano) insieme alle due voci narranti italiane Ivan Raganato e Patrizia Palumbo.
Il violino elettroacustico di Francesco Del Prete sarà ben più che d‘accompagnamento: potrà anche intervenire nella lettura dei testi e creare liberamente le atmosfere opportune. Joumana Haddad sarà presentata da Francesco Pallara e Giovanni Rizzo. Al recital seguirà la conversazione/dibattito “Poesia del corpo, Corpo della poesia – incontro con Joumana Haddad”: intervista e allo stesso tempo breve approfondimento sull’odierna condizione della donna araba anche quanto alla femminilità consapevole. Sarà disponibile per l’acquisto Adrenalina (edizioni del Leone), suo primo libro di poesie in traduzione italiana, che la poetessa per l’occasione sarà lieta di autografare. Il libro è sin d’ora disponibile telefonando al 345 6579090.

Biografia di Joumana Haddad

HaddadPoetessa, scrittrice, traduttrice, giornalista e artista. Nata a Beirut, è responsabile delle pagine culturali del prestigioso quotidiano “An-Nahar“. E’ amministratrice dell’IPAF o Booker arabo, premio letterario annuale per un romanzo arabo. E’ capo-redattrice di Jasad, rivista in lingua araba specializzata nelle arti e nella letteratura del corpo.
Ha pubblicato racconti e poesie su riviste letterarie di tutto il mondo, da cui affiora un’immagine insolita della femminilità araba, lontana dalle consuete banalizzazioni. Esordisce nel 1995 con Il tempo del sogno; poi Invito a una cena segreta (1998), Due mani verso l’abisso (2000), Il ritorno di Lilith (2004) e Brutte abitudini (2007).
Poliglotta (parla sette lingue), lavora molto come traduttrice dall’arabo in altre lingue, e viceversa.
Come giornalista ha tra l’altro intervistato numerosi scrittori di fama internazionale, per il suo libro In compagnia dei ladri del fuoco (vincendo così l’Arab Press Award nel 2006). Nel 2009 ha co-scritto Che succede?, film della regista libanese Jocelyne Saab, e ha partecipato a un documentario del regista Nasri Hajjaj. In italiano è presente in Non ho peccato abbastanza, 2005 e in Parola di donna, corpo di donna, 2006, antologie curate da Valentina Colombo per Mondadori. Nel 2009 ha pubblicato Adrenalina per le Edizioni del Leone (traduzione di Oriana Capezio). Il volume in via straordinaria sarà disponibile presso il recital (o nei giorni precedenti telefonando al 345 6579090). Joumana Haddad sarà lieta di autografare e dedicare le copie in quella sede. Seguirà una conversazione/intervista/dibattito sulla sua opera e sulla condizione della donna araba.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie