English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
I cappelli più cool per la moda invernale maschile e femminile 2013

9 Dic 2012 | Un Commento | 2.176 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

cappelli
Conciati per le feste si usa dire, ma ora che il Natale si avvicina è davvero il caso di pensare al look che ripari dal freddo, ma sempre con stile. Adesso che le orecchie iniziano a congelarsi è il momento di scegliere il copricapo più adatto, perchè è l’accessorio a fare tendenza. La moda e le star, infatti, insegnano che senza un berretto l’outfit sarà incompleto, soprattutto durante le vacanze, i giorni in cui tutti hanno il coraggio di osare più del solito. Basta un copricapo per ricordare un personaggio, evocare un’epoca o un Paese. Panama, coppola o cilindro che sia, il cappello detta tutto il look, dalla testa ai piedi, e permette a chi lo indossa di scegliere chi vuole essere quel giorno, a seconda di come si sente e chi dovrà incontrare. Ma la vera novità della stagione è che vanno soprattutto i modelli strutturati i quali, volenti o nolenti, attirano tutta l’attenzione su di sè.

Le cloche dai colori pastello trasformano le donne in dive un pò retro, mentre la versione di Kenzo con catena di resina sul davanti le tramuta in cavallerizze. Fa sentire gangster d’altri tempi il feltro scuro o bicolore, dà invece un tocco mascolino la coppola ben piantata sulla testa. Più contemporaneo il modello in feltro con fiocco firmato DSquared, perfetto per una giornata di shopping natalizio, mentre per una cioccolata calda in centro o una cena fuori si può osare la tesa larga e il nastro gros-grain proposti da Emilio Pucci. Guai a dimenticare la cara vecchia bombetta, che però (attenzione) sta bene solamente a chi ha il viso allungato. Poi ci sono i modelli più eccentrici, perfetti anche da regalare, come l’Hand-Some decorato per Borsalino dall’artista Anila Rubiku: sulla cupola sono ricamate delle mani, le stesse che di solito maneggiano il cappello, lo sistemano sulla testa o lo ripongono sull’attaccapanni. Di berretti di lana che calzano aderenti o si afflosciano sull’acconciatura ne abbiamo visti tanti e per molte stagioni, ma su alcuni divi resistono ancora, da Brad Pitt che sceglie sempre il nero, a Jennifer Lopez che fa spuntare di lato i capelli raccolti in una coda. Il ‘via liberà lo aveva già dato il direttore di Vogue Italia, Franca Sozzani, sfoggiando un modello di lana durante una sfilata di alta moda di Valentino. Dopo di lei è stato di fatto il ‘nulla ostà per il caldo berretto, sia nel tempo libero che durante gli eventi mondani. Scelto per lo più in classiche nuance invernali come il nero, il blu marine e il grigio, i veri fashionisti lo preferiscono fluo, per dare un tocco eccentrico al proprio outfit. Ma se il berretto diventa il punto di attenzione, non è affatto facile indossarlo con disinvoltura, e il rischio che si corre è l’effetto impacciato. Il segreto è abbinarlo con cura, a gonne a sigaretta, maglie oversize o pantaloni skinny, tutto in funzione dell’iconico cappellino, sempre stando attente a valorizzare i punti forti e nascondere i difetti.

.

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie