English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Holy Adriatic. Al Teatro Margherita di Bari il 16 aprile la nuova edizione di Intramoenia/Extra Art

11 Apr 2014 | Nessun Commento | 1.179 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

giannone2

Costruire un dialogo fra arte contemporanea, beni culturali e territorio. Questa la filosofia del progetto dell’Associazione Eclettica Cultura dell’arte Intramoenia Extra Art, format di museo temporaneo diffuso che, a partire dal 2005 ha toccato tutte le province pugliesi coinvolgendo nomi internazionali dell’arte contemporanea ed eccellenze artistiche pugliesi in un uno scambio con luoghi storici, noti e meno noti, del nostro territorio. A distanza di nove anni da quel pionieristico inizio, è stata presentata questa mattina in una conferenza stampa presso la Sala Giunta del Comune di Bari, la nuova edizione del progetto alla presenza del Direttore dell’Area Politiche per la Promozione del Territorio, dei Saperi e dei Talenti della Regione Puglia, Francesco Palumbo, dell’Assessore al Marketing Territoriale, Rapporti Internazionali e Comunicazione Istituzionale del Comune di Bari Antonio Vasile e del curatore generale del progetto Intramoenia/Extra Art Giusy Caroppo.

Dopo una prima tappa a Bari avvenuta nel 2008 con il progetto “Terzo Paradiso” di Michelangelo Pistoletto e Gianna Nannini, Intramoenia/Extra Art torna nel capoluogo pugliese scegliendo di abitare una location di prestigio: il nudo spazio espositivo del Teatro Margherita. La nuova edizione di Intramoenia/Extra Art, la cui inaugurazione è prevista per mercoledì 16 aprile alle h 19.00, propone un progetto speciale per Bari, “Holy Adriatic”, tappa del ciclo intitolato “Rebellio Patroni”, avviato da Paolo Consorti in concomitanza con il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, con l’intento di percorrere la penisola, celebrando la bellezza delle città ospitanti e riflettendo sulle emergenze di oggi. Un “viaggio Italiano” in cui storia e presente raccontano l’identità del nostro Paese, che riprende dopo Milano, Venezia, Napoli, con una mostra e una performance ideata per Bari, ispirata a San Nicola e alla sua traversata dell’Adriatico.

giannone
Nel progetto “Rebellio Patroni” di Paolo Consorti la storia dei santi è proiettata nel quotidiano. I santi, svincolati così dall’apparato convenzionale al quale sono stati relegati dalla devozione e l’immaginario collettivo, vengono presentati dall’artista come performer ante-litteram, protagonisti di un’arte fuori dagli schemi e finalmente restituiti ad un ruolo attivo, affine a quello della loro esistenza storica. A Bari,
special guest sarà San Nicola, santo che, per antonomasia, unisce oriente e occidente nonché sacro e profano. Questa sua specificità, essenziale nelle figure scelte da Paolo Consorti, sarà riletta dall’artista durante l’inaugurazione della mostra attraverso le apparizioni di un noto volto della satira politica e civile: Alessio Giannone alias Pinuccio, trasversale provocatore “quotidiano” via web, in un sodalizio artistico con Consorti, alternerà le sue incursioni alla musica d’autore di Gerardo Casiello e la sua band di musicisti/marinai. “Il teatro margherita diventerà una nuova basilica contemporanea con un percorso di 10 santi e due altari. Nessun riferimento alla religione, nessuna blasfemia ma solo riferimenti al contesto contemporaneo” promette la curatrice del progetto Giusy Caroppo.

Un progetto fortemente politico, nel senso più puro del termine, dove per “politica” si intende interpretare le urgenze sociali legate anche alla diffusione della cultura in senso stretto, con uno sguardo consapevole agli spazi ad essa destinati e alla dignità della storia millenaria di una città come Bari. “Le vesti del Santo. San Nicola e la sua rappresentazione”, “Arte e pubblico. Politiche pubbliche per l’accesso alla cultura”, “Bari e I luoghi della contemporaneità”, saranno alcuni degli argomenti approfonditi nei talkaperti al pubblico che animeranno il periodo di esposizione e che vedranno la partecipazione di esponenti delle istituzioni, urbanisti, architetti, storici, religiosi, associazioni di settore, candidati a governare il futuro della città.

Francesco Palumbo, ricordando l’impegno della Regione Puglia a sostegno del progetto Intramoenia/Extra Art fin dalla sua prima edizione nel 2005 ribadisce come “In un momento in cui anche le grandi istituzioni museali come il MAXXI a Roma e il MADRE a Napoli, sono in sofferenza, noi puntiamo su modelli di promozione dell’arte contemporanea come quello proposto da Intramoenia/Extra Art, una formula sostenibile di museo temporaneo diffuso in costante dialogo con il territorio e il pubblico”. Importante, come ricorda l’Assessore Antonio Vasile, avere una visone strategica e inserire eventi culturali di eccellenza come quello di Intramoenia/Extra Art in un sistema integrato con la promozione turistica del territorio.

La mostra resterà aperta fino al 4 maggio e sarà visitabile gratuitamente tutti i giorni, dalle ore 9.00 alle ore 19.00. Venerdì, sabato e domenica fino alle 22.00 (www.intramoeniaextrart.it).

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie