English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Ha parlato tutte le lingue del mondo la riuscita manifestazione “Dialogo di Pace tra i Popoli 2014” di Bisceglie

25 Ago 2014 | Nessun Commento | 1.124 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

cammelli1Parlava tutte le lingue la pizzica con cui si è conclusa ieri sera al Teatro del Mediterraneo di Bisceglie la kermesse Dialogo di pace tra i popoli, che ha reso la cittadina del nord barese importante crocevia internazionale di popoli e culture nel segno del dialogo per la pace dal 17 al 21 agosto. Ballata da tutti gli artisti partecipanti alla serata e dal pubblico sugli spalti come in una grande festa in segno di pace, la tipica danza pugliese ha chiuso la cinque giorni inizata domenica scorsa con “i suoni dal mondo” del concerto del grande artista partenopeo Enzo Avitabile. Promossa e patrocinata dal comune di Bisceglie, con l’organizzazione dall’Associazione culturale Mons. Pompeo Sarnelli e la direzione artistica di Floriana Savino, la manifestazione ha visto la presenza di delegazioni estere e artisti provenienti da Mediterraneo e Medio Oriente: Arabia Saudita, Kuwait, Giordania, Oman, Serbia, Italia, Qatar, Kuwait, Libia, Algeria, Emirati Arabi con un programma molto fitto tra cui qualche chicca come ad esempio la Via della poesia, reading di poesia di diversi autori provenienti da paesi arabi e dal bacino del Mediterraneo, accumunati dalla stessa passione per quest’arte che può essere medium culturale per propugnare gli ideali di pace nel mondo intero, come giustamente sottolineato dal primo cittadino della città di Bisceglie Francesco Spina. Ma ancora cortometraggi, danze arabe, spettacoli teatrali, performance di musica e danze folkloriche hanno messo in contatto in un’ottica di conoscenza e scambio culture apparentemente lontane anche per lingua ma importanti veicoli di pace e cooperazione tra popoli, poiché è dalla conoscenza della cultura di un Paese che si deve partire per il rispetto della pace.

cammelli2Una serata finale che ha interessato tutte le vie della città di Bisceglie con una splendida contaminazione artistico-culturale al fine di lanciare un messaggio di vera pace e solidarietà tra i popoli.  Si è partito con la parata di strada del gruppo The Benuonh Hobbyst Association of Oman che ha attraversato le vie del centro della città partendo da Piazza Vittorio Emanuele per raggiungere l’Auditorium Santa Croce nel centro storico, dove si sono proiettati cortometraggi in lingua araba alla presenza del vice sindaco Vittorio Fata.

E’ stato poi il Teatro Mediterraneo protagonista con “Le vie del Mediterraneo”, un viaggio attraverso le varie culture quali musica, danza, recitazione e poesia. Un susseguirsi di performance di artisti internazionali, esibitisi, ciascuno con la propria arte, senza soluzione di continuità nel proscenio del teatro: Khaled Ben Salah; le danze orientali del mondo arabo e berbero con Sabah Benziadi (Algeria) e il corpo di ballo El Kahina; the Benuonh Hobbyst Association of Sultan Qaboos Higher Centre For Culture & Science – Oman;  Khaled Gamash – Arabia Saudita;  Nicola Accettura; Abdulaziz Al Haddad – Kuwait; Majed Al Thobaity – Arabia Saudita; Zaccaria Gallo; Marco Tornese; Dragan Mraovic – Serbia; Osool Group of Artistic Production – Qatar; Massoud Al Hamdani–Oman. Una straordinaria contaminazione di luci, suoni, voci, danze e colori. Un evento epifanico di apertura e scoperta verso Paesi e culture altre.

cammelli3L’amministrazione comunale nella persona del sindaco Francesco Spina ha inteso premiare l’Associazione culturale Pompero Sarnelli e il suo presidente Cav. Franco Massimiliano, che hanno organizzato la kermesse, spiegando che l’associazione dedicata al vescovo biscegliese Pompeo Sarnelli, con i forti principi di etica e radici cristiane diventa ponte funzionale e di coesione tra popoli a favore per la pace. Il presidente si è detto onorato della scelta dell’amministrazione per l’individuazione della associazione da egli rappresentata per l’organizzazione di Dialogo di pace tra i popoli. Premiata con una targa anche la direttrice artistica del festival, Floriana Savino, che si è occupata con impegno dei rapporti internazionali con i Paesi arabi in un momento storico difficile per gli assetti geopolitici di quei luoghi elaborando un fitto cartellone artistico.

Il sindaco ha evidenziato come sia importante verificare che l’idea del festival funzioni, auspicando che serva come messaggio di pace nel delicato scenario internazionale attuale.  Una Bisceglie che guarda al futuro nel segno dell’arte e della cultura – ha sottolineato Spina- con numerose opere pubbliche di rivalutazione del patrimonio storico-artistico della città, di aperture di musei, come quello dedicato al musicista Giuliani. Una Bisceglie che guarda al cinema e al teatro nazionale ed internazionale, che ha una forte visione d’insieme, e che da una parte rafforza le proprie tradizioni e dall’altra si apre al dialogo di pace tra popoli diversi.

cammelli4Il primo cittadino ha poi salutato e premiato tutte le delegazioni dei Paesi ospitati ricambiato dai cadeau di quei Paesi al sindaco, al presidente del consiglio cittadino, Franco Napoletano e alla direttrice artistica Floriana Savino, cui faranno seguito gli inviti istituzionali all’amministrazione comunale e agli artisti biscegliesi a visitare quei paesi in un’ottica di gemellaggio artistico-culturale, nella certezza che gli artisti sono i veri ambasciatori di cultura, così come sottolineato nel corso della serata dal dott. Raid Althobaity, responsabile della comunicazione e funzionario dell’ambasciata dell’Arabia Saudita a Roma e del Corriere d’Arabia.

Mirabile e pregevole l’esibizione della cantante-musicista Adil Kaled e della ballerina Maud Payen. Una miscela emozionale di movimento fluido dato dalla danza contemporanea e dal corpo reso strumento di comunicazione della francese Maud Payen assieme alla voce affascinante dalle sonorità e modulazioni arabe di Adil Kaled. La loro esibizione ha letteralmente rapito il pubblico presente.

Scoppiettante poi la fine con la performance di chiusura del festival che ha coinvolto  tutti gli artisti presenti in una pizzica animata anche dalla danza Tanoura della ballerina e coreografa Sabah Benziadi.

Tanti artisti assieme, presentati mirabilmente da Tommaso Amato, per rendere omaggio e ringraziare l’ospitalità della città di Bisceglie e l’Amministrazione comunale nell’ottica di future cooperazioni e sinergie che proprio nella cittadina del nord barese hanno visto la luce.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie