English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Giro d’Italia 2019 dall’11 maggio si parte. Il 16 grande festa per la tappa più a Sud, San Giovanni Rotondo

10 Mag 2019 | Nessun Commento | 552 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

L’edizione 102 del Giro d’Italia, che quest’anno celebrerà i 110 anni dalla nascita partendo dalla città dove il 13 maggio 1909 si concluse la prima tappa in assoluto, è una corsa ricca di tuffi nel passato e più che mai indecifrabile. Ci vorranno ben 3.578,8 chilometri per assegnare definitivamente, nella magica atmosfera dell’Arena di Verona, la maglia rosa.
Il ricordo della grande partenza a Gerusalemme è ancora molto vivo e si va verso un altro via dall’estero, ma questa volta in Ungheria, nel 2020. Ma intanto c’è da vivere il Giro contemporaneo, che scatterà sabato con una crono destinata a mescolare le carte più di qualsiasi altra sfida, perché l’arrivo a San Luca – che rievoca la leggenda di Fiorenzo Magni – non è una passeggiata cicloturistica. Dal giorno dopo, 12 maggio, la corsa rosa comincerà a scendere passando da Fucecchio per un omaggio a Indro Montanelli, coetaneo del Giro – dal momento che nacque nel 1909 – quindi la partenza da Vinci, nel 500/o anniversario di Leonardo; il 16 maggio l’approdo a San Giovanni Rotondo per ricordare Padre Pio e nella tappa più a Sud d’Italia per aspettare e rendere merito a questo grande evento sono state organizzate diversi eventi che stanno coinvolgendo tutta la cittadinanza e la regione intera ad opera del Duc e del suo presidente Franco Budrago e della sua squadra che vedranno più di 1600 presenze nelle strutture ricettive e una ricaduta sul turismo e sull’economia locale ben oltre le aspettative oltre al coinvolgimento delle scuole e delle varie associazioni sportive del territorio. E, sempre per rimanere in tema di rievocazioni, il 102/o Giro d’Italia riproporrà la Cuneo-Pinerolo, tappa entrata nell’immaginario collettivo per l’impresa di Fausto Coppi, di cui quest’anno ricorre il centenario della nascita; l’Airone, proprio 70 anni fa (nel 1949), fu protagonista di una fuga solitaria di 192 chilometri, presentandosi sul traguardo con 11’52» di vantaggio su Gino Bartali e circa 20’ su Alfredo Martini, quel giorno terzo.
Il Giro 2019 offre di sé una versione moderna, con due cronometro all’inizio e una che deciderà la corsa – ammesso che non lo sia già – nella città di Giulietta e Romeo, dove ha sempre vinto un italiano (Giovanni Battaglin nel 1981, Francesco Moser nel 1984 e Ivan Basso nel 2010). Le montagne sono concentrate nell’ultima settimana, con gli arrivi in quota a Ceresole Reale (Lago Serrù), Courmayeur e Croce d’Aune. Tappa da cerchiare in rosso la 16/a (28 maggio): la Lovere-Ponte di Legno porterà i corridori sul Passo della Presolana, sul Gavia e sul Mortirolo, per un totale di 5.700 metri di dislivello.
Questo l’elenco delle 21 tappe del 102/o Giro d’Italia:

  • 1/a tappa, 11 maggio: Bologna-Bologna (San Luca), km 8 (cronometro individuale con arrivo in salita).
  • 2/a tappa, 12 maggio: Bologna-Fucecchio, km 205 (media difficoltà).
  • 3/a tappa, 13 maggio: Vinci-Orbetello, km 220 (bassa difficoltà).
  • 4/a tappa, 14 maggio: Orbetello-Frascati, km 235 (bassa difficoltà).
  • 5/a tappa, 15 maggio: Frascati-Terracina, km 140 (bassa difficoltà).
  • 6/a tappa, 16 maggio: Cassino-San Giovanni Rotondo, km 238 (media difficoltà).
  • 7/a tappa, 17 maggio: Vasto-L’Aquila, km 185 (media difficoltà).
  • 8/a tappa, 18 maggio: Tortoreto Lido-Pesaro, km 239 (media difficoltà).
  • 9/a tappa, 19 maggio: Riccione-San Marino (Sangiovese wine stage), km 34,8 (cronometro individuale con arrivo in salita).
  • 10/a tappa, 21 maggio: Ravenna-Modena, km 145 (bassa difficoltà).
  • 11/a tappa, 22 maggio: Carpi-Novi Ligure, km 221 (bassa difficoltà).
  • 12/a tappa, 23 maggio: Cuneo-Pinerolo, km 156 (media difficoltà).
  • 13/a tappa, 24 maggio: Pinerolo-Ceresole Reale (Lago Serrù), km 196 (alta difficoltà con arrivo in salita).
  • 14/a tappa, 25 maggio: Saint Vincent-Courmayeur (Skyway Monte Bianco), km 131 (alta difficoltà con arrivo in salita).
  • 15/a tappa, 26 maggio: Ivrea-Como, km 232 (media difficoltà).
  • 16/a tappa, 28 maggio: Lovere-Ponte di Legno, km 226 (alta difficoltà).
  • 17/a tappa, 29 maggio: Commezzadura (Val di Sole)-Anterselva/Antholz, km 181 (media difficoltà con arrivo in salita).
  • 18/a tappa, 30 maggio: Valdaora/Olang-Santa Maria di Sala, km 222 (bassa difficoltà).
  • 19/a tappa, 31 maggio: Treviso-San Martino di Castrozza, km 151 (alta difficoltà con arrivo in salita).
  • 20/a tappa, 1 giugno: Feltre-Croce d’Aune/Monte Avena, km 194 (alta difficoltà con arrivo in salita).
  • 21/a tappa, 2 giugno: Verona-Verona, km 17 (cronometro individuale).
.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie