English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
“Giovani e in fermento”: B.A.V. lancia le sue due nuove birre stagionali e vola a Copenaghen

2 Nov 2016 | Nessun Commento | 704 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

bav1La zucca è tornata sulle nostre tavole. Non si contano le proposte che la vedono come l’ingrediente principale di menu più o meno tradizionali. Ma si sa, è questa la stagione giusta per sbizzarrirsi. C’è chi la zucca ha pensato bene di farla diventare protagonista di una delle sue birre. Si tratta del B.A.V. – Birrificio Artigianale Veneziano che, anche quest’anno, ha regalato ai suoi estimatori un’altra splendida edizione speciale di PIMPI.

Pimpi è una birra speciale che è stata prodotta proprio per questo periodo dell’anno in quel di Martellago, ma non è la solita birra aromatizzata alla zucca. È una birra costruita intorno alla zucca. Zucca selezionata dopo una lunga serie di degustazioni, poi stufata e infine caramellata. Il suo colore arancio è così intenso che ne coinvolge la schiuma, dandole una tinta caratteristica. La ricetta di questa Pumpkin Ale si è evoluta per un intero anno, denso di studio ed esperimenti, prima di essere definitiva. Pimpi non è una birra dolce. Pimpi è corposa, alcolica (7,2%), ma facile da bere. È una birra ad alta fermentazione, rifermentata in bottiglia e, come tutte le altre della gamma B.A.V., non pastorizzata.

E il nome Pimpi? Lo abbiamo chiesto a Rudy Liotto che ci ha risposto che “questa birra prende il nome da una delle donne che mi hanno strappato il cuore. Poteva un prodottobav2 così amato come la nostra Pumpkin Ale, accontentarsi di uno sterile nome commerciale? Di sicuro non al B.A.V.”. La gamma di birre BAV è composta da: DRITTA, MISS P, STRIKE, LUMP, DINGO e FURIA, birre che vengono prodotte regolarmente nel corso di tutto l’anno.

A queste si aggiungono le due “stagionali” PIMPI e MATRIOSKA.

Matrioska, una Russian Imperial Stout maturata in botti di whisky Ledaig per 5 mesi. Nonostante il suo elevato tenore alcolico (10%) ha una straordinaria bevibilità ottenuta grazie a un’elevata attenuazione e ad un ottimo bilanciamento tra parte maltata e amaro (bitterness) (50 IBU). È prodotta con malti base tedeschi e malti speciali inglesi come il Roasted Barley, Choccolate e Black. Per la luppolatura (hopping) è stato impiegato un luppolo tradizionale inglese, il Fuggle. Al naso immediato il whisky, il legno e i sentori di torrefazione. Al colore si presenta nera impenetrabile e con schiuma bianca.

E il viaggio a Copenaghen?

Il B.A.V. è stato inviato in Danimarca a presentare le sue birre il prossimo 18 novembre quando sarà ospite de IL LOCALE, la nuovissima insegna straniera del birrificio artigianale e agricolo Hibu. Questo locale ospita chiaramente le birre delle “casa madre Hibu” ma secondo la sua filosofia se ne aggiungono periodicamente altre made in Italy. E bav3il prossimo 18 novembre sarà la volta del B.A.V. – Birrificio Artigianale Veneziano, il primo birrificio nato in provincia di Venezia, che rappresenta una delle realtà emergenti più interessanti del panorama nazionale. L’appuntamento dunque, imperdibile per chi si trovi nei dintorni quei giorni, è in via Aboulevard (al civico 50), una delle arterie principali della capitale danese. A raccontarsi e a raccontare le loro birre, e a servirle tutta la sera, ci saranno Rudy Liotto e Dario Bona.

Un’altra occasione per il giovane birrificio veneziano di dimostrare cosa significa “essere giovani e sempre in fermento”.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie