English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Francisco Mela e il Triomalo al Tuscia Jazz Festival

6 Apr 2012 | Nessun Commento | 1.259 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

In programma ieri per la prima serata al Tuscia Jazz Festival, il grande batterista cubano Francisco Mela con il trio italiano “Triomalo”, composto dalle due trombe Flavio Boltro e Aldo Bassi e dal bassista Pippo Martino. Ma l’organizzatore del festival, Italo Leali, esordisce sul palco avvisandoci che uno dei componenti del trio, Pippo Martino, non sarà presente a causa di un imprevisto. In realtà il problema non si pone, siamo ad un festival dove gli artisti vengono anche ad insegnare, non solo a suonare, quindi sono presenti per tutta la durata di questi cinque giorni di festa, e poi…stiamo parlando di Jazz.

Sale quindi sul palco il bassista di fama internazionale Dario Deidda.

Assistiamo ad una introduzione abbastanza nei canoni del classico Jazz, dove i quattro strumenti hanno un dialogo uniforme. Poi quasi naturalmente si creano due coppie distinte: i due trombettisti da una parte e il basso e batteria dall’altra, che giocano con le note intervallandosi e a tratto fondendosi.Sicuramente, se il bassista fosse stato quello del trio, avremmo assistito ad un concerto molto diverso.I trombettisti hanno uno stile distinto, Aldo Bassi, compositore e insegnante di Jazz, ci incanta col suo stile classico, Flavio Boltro invece preferisce stupirci con virtuosismi. I due si alternano in assoli e a tratti si accompagnano. Sul fondo della scena Deidda e Mela, man mano che la musica prende piede nel teatro, entrano in una simbiosi unica.Un giocoliere con bacchette e piatti crea una vera e propria magia nella quale le note del basso si mescolano magistralmente e stendono un tappeto rosso dove la voce della tromba entra e diventa protagonista. Comincia quindi in grande stile questa festa del jazz!

Ma lo spettacolo non finisce qui. Seguiamo i musicisti nella sala del Collegio dove è già cominciata la Jam Session. Ragazzi molto giovani si alternano sul palco e, chi più chi meno, riescono a dimostrare il loro talento in erba. Ed ecco che Francisco Mela, ancora carico di adrenalina, e per nulla stanco delle due ore di concerto, sale sul palco della jam e si affianca ai ragazzi in un pezzo di jazz. Mi stupisce e affascina la tromba di un ragazzo, di cui purtroppo non conosco e non posso citare il nome, che accompagnato da Mela, da un seguito all’emozione che per tutta la sera la musica mi ha suscitato.

Foto di Mariagrazia Giove

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie