English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Emozione e generosità per la Notte della Taranta 2016 di Melpignano che quest’anno parla donna

28 Ago 2016 | Nessun Commento | 847 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

tosca_notteLe lacrime di Tosca e l’abbraccio con Carmen Consoli sul palco; i più giovani che mettono nei salvadanai banconote anche da 20 euro; il religioso silenzio in ricordo delle vittime del terremoto che interrompe per due volte il battere potente e frenetico dei tamburelli, mentre nessuno tra la folla osa fiatare: doveva essere la notte dei «200mila cuori pizzicati dalla solidarietà», secondo l’auspicio degli organizzatori, ed è andata proprio così. La Notte della Taranta, a Melpignano, ha messo in scena l’altra faccia del dolore. Quella di cui avevano parlato tutti gli artisti, dal maestro concertatore Carmen Consoli alle ospiti , mentre si valutava l’opportunità di cantare e ballare nel giorno del lutto nazionale.
«Abbiamo deciso di fare questo concerto – ha detto Consoli aprendo la serata con tutti gli artisti sul palco – per essere più vicini alle vittime di questa immane tragedia. Noi tutti abbiamo devoluto il nostro cachet, dimostrate anche voi la vostra solidarietà». Un appello che non sembra essere rimasto inascoltato dai tanti che hanno donato nei salvadanai presenti in piazza. I fondi raccolti serviranno a realizzare, con il progetto Puglia per la ricostruzione, una infrastruttura nei territori colpiti dal sisma che ha devastato il centro Italia. Allo stesso scopo saranno devoluti i ricavi della vendita di un cd della serata. Questa volta il morso del ragno somiglia più a un abbraccio. E a dispetto di chi aveva ipotizzato indifferenza, a fare la fila ai salvadanai sono parecchi. «Soprattutto i più giovani», conferma il presidente regionale della Fratres, Antonio Spano: «In tanti ci chiedono anche informazioni su come e dove donare il sangue». Parlano di «una grande risposta» anche le mamme volontarie che al varco di accesso del pubblico che arriva in treno, sono custodi del «salvadanaio più ricco».

Concertone Finale Notte della Taranta 2011Anche per la Notte della Taranta, su Facebook, arriva un po’ di solidarietà da quanti ringraziano per non aver annullato l’evento: «Sono delle Marche – scrive Daniela – e mi fa piacere poter vedere questo spettacolo perché amo questa musica». «Avete fatto bene – aggiunge Marco – diamoci da fare per raccogliere più fondi possibili». Gli appelli a donare si susseguono sul palco e si leggono sui maxischermi. «Io sono del Lazio – ricorda Tosca prima di cantare – ho saputo che i miei parenti stanno bene, ma in tanti non hanno avuto la stessa fortuna: donate, in quelle zone l’inverno fa molto freddo. A Natale regalate soldi e scrivete sotto l’albero che avete donato un mattone per costruire una casa». Poi, al termine dell’esibizione, la cantante si lascia andare all’emozione: il pubblico applaude e Consoli la stringe in un abbraccio affettuoso.
L’emozione è tanta e gli artisti, accompagnati dal corpo di ballo diretto da Fabrizio Mainini che riassegna un ruolo da protagonista alla pizzica, sentono una responsabilità in più. Consoli non si ferma un istante e muove le braccia come se suonasse ogni strumento sul palco e ripete a memoria le parole di ogni brano. L’Orchestra popolare della Notte della Taranta è in perfetta sintonia con tutte le ospiti. Le esibizioni di Lisa Fischer e Buika, che hanno dovuto misurarsi con il dialetto di una lingua ‘stranierà, hanno confermato l’impegno profuso nell’apprendere soprattutto il senso profondo dei testi. Una impresa non facile neppure per Mannoia, Tosca e Nada. Tutte unite dalla passione per il linguaggio di una musica che “guarisce dal dolore», con il ritmo dei tamburelli che parte piano e poi accelera per diventare più forte e dare coraggio a chi l’ascolta. Metafora, forse, del percorso che attende i cuori di chi è stato colpito dalla tragedia del terremoto. E deve trovare la forza di continuare a vivere.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie