English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Desaparecidos: la ricerca della verità si estende in Puglia

13 Ott 2012 | Nessun Commento | 1.107 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

desaparecidos

“Una pagina di orrore nella complicità internazionale e delle autorità spirituali”. Così il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, definisce la sparizione pianificata di 30mila argentini durante la dittatura militare tra il 1976 ed il 1983. In loro memoria, il sindaco di Bari, Michele Emiliano, ha voluto piantare un albero in piazza Umberto e l’Apulia Film Commission proiettare il film “Verdades verdaderas” sulla storia della famiglia Carlotto, straziata dai rapimenti alla fine degli anni Settanta (il regista, Nicolas Gil Lavedra, è figlio di uno dei giudici impegnati nel processo ai militari argentini). Non iniziative spot, bensì ufficiale adesione di Regione, Comune e Università di Bari alla campagna della Repubblica Argentina per estendere in Italia la ricerca dei neonati sequestrati e fatti sparire dalla dittatura militare argentina.
“Una democrazia non può nascondere la verità sotto il tappeto. – ha detto in conferenza stampa Carlos Cherniak, ministro dell’Ambasciata argentina in Italia e responsabile della sezione “Diritti Umani”- La memoria è l’unica medicina per non commettere mai più gli stessi errori. Lo Stato argentino sta garantendo questa ricerca di verità e giustizia, estendendola anche in Europa”.
Grazie al lavoro dell’associazione Abuelas de Plaza de Mayo e della Conadi (Commissione Nazionale per il Diritto all’Identità), in questi anni 107 dei 500 bambini scomparsi, hanno potuto riabbracciare la propria vera famiglia: “Prima era necessario aprire una causa penale per avere il permesso giudiziario ad effettuare la prova del dna. Adesso basta rivolgersi alla Conadi o ai consolati argentini per poter confrontare, in modo anonimo e confidenziale, il proprio dna con quelli appartenenti a tante famiglie di desaparecidos” ha spiegato Claudia Carlotto, sorella di una scomparsa e presidente della Conadi.
“Quello di cui i militari si sono macchiati non è un reato qualsiasi, è ‘alterazione di stato’, oltre al sequestro di persona, alla tortura ed all’omicidio. Per le persone della mia generazione, questo processo di verità e giustizia genera straordinaria emozione, anche se le ferite di terribili dittature come quella militare argentina o quella fascista italiana non si ricuciono facilmente” ha detto il sindaco Emiliano.
Per Vendola “l’orrore argentino è uno scandalo italiano, non drammatico ma raccapricciante. Tanti qui finsero di non sapere e non collaborarono. Nella “notte delle matite” (il 16 settembre 1976 quando furono sequestrati dieci studenti liceali, 6 dei quali mai più trovati, ndr) siamo morti anche noi italiani. Bisognava eliminare i giovani colti e vivaci, quelli che facevano domande proibite in un regime militare. E’ arrivato il tempo di aiutare le famiglie degli scomparsi, non solo per vicinanza nei loro confronti ma per dignità verso noi stessi”.
Straordinariamente toccante la storia raccontata da Guillermo Pérez Roisinblit: “Sono vissuto 21 anni con un padre violento che non mi accettava e che quando avevo 4 anni si separò da mia madre. Un giorno entrò nel mio ufficio una ragazza. Diceva che era risalita a me grazie a segnalazioni anonime. Diceva di essere mia sorella. Il giorno stesso feci l’esame del dna. Dopo due mesi la conferma: era suo fratello. I miei genitori furono sequestrati dai militari e portati in una caserma. Mia madre (26 anni) era incinta di me. Mio padre (25) forse non mi ha nemmeno visto nascere. Pochi giorni dopo il parto, i documenti di nascita furono falsificati e fui dato in adozione ad un dipendente dell’Aeronautica. Dei miei genitori mi restano solo venti fotografie. Su queste sto cercando di ricostruire le mie origini e la mia seconda vita”.

Foto di: V.A. Liotine

Nella foto: le tracce delle proteste delle nonne a Plaza De Mayo (Buenos-Aires)

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie