English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
“Dentro l’arte con la scienza” il 16 e 17 aprile a Roma per la Settimana della Cultura

14 Apr 2012 | Nessun Commento | 1.717 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Dentro l’arte con la scienza
Come è noto le interazioni tra arte e ricerca scientifica negli ultimi anni sono numerosissime così si moltiplicano le occasioni di confronto e i seminari volti a sviluppare maggiormente il dialogo tra queste due brache del sapere umano.

A Roma due giorni di appuntamenti per parlare di scienza applicata all’arte sono così previsti nell’ambito della XIV Settimana della Cultura. Si tratta di “Dentro l’arte con la scienza”, manifestazione organizzata per il 16 e il 17 aprile dall’ufficio stampa del CNR e dalla Soprintendenza speciale per il patrimonio storico artistico ed etnoantropologico e per il polo museale della città di Roma, in occasione della XIV settimana della cultura.

Oggi il ricorso alla chimica, alla fisica e all’informatica permette di svelare di un’opera dettagli non visibili a occhio nudo, di datarla con precisione, di verificarne l’autenticità, di studiarne i pigmenti, lo stato di conservazione e i restauri subiti nel corso del tempo. La scienza, dunque, offre un grande aiuto per la diagnosi dello stato di conservazione e per la valorizzazione dei beni artistici e culturali.

Gli studenti delle scuole superiori che visiteranno la Galleria nazionale d’arte antica di Palazzo Barberini durante le due giornate impareranno che cosa si nasconde dietro una superficie pittorica, qual è la composizione dei colori, come si distingue un’opera autentica da un falso, grazie alle spiegazioni dei tecnici, degli storici dell’arte e dei restauratori del Molab, un particolare laboratorio mobile dotato di strumenti d’avanguardia per le indagini non invasive sulle opere d’arte. E potranno anche partecipare a due incontri-interviste sul legame tra cinema e pittura e sul valore artistico dei graffiti e dell’arte di strada.

Il progetto “Dentro l’arte con la scienza’ , organizzato dall’Ufficio Stampa del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dalla Soprintendenza Speciale per il Patrimonio Storico Artistico ed Etnoantropologico e per il Polo Museale della Città di Roma in occasione della XIV Settimana della Cultura, vuole offrire agli studenti delle scuole superiori un approccio innovativo alla conoscenza dell’arte e delle discipline scientifiche, quali la chimica, la fisica, l’informatica, che sono alla base delle moderne metodologie e tecnologie utilizzate per la diagnosi dello stato di conservazione e per la valorizzazione dei beni culturali. Oggi grazie ad alcune strumentazioni è possibile svelare i dettagli di un dipinto non visibili ad occhio nudo, datare un’opera o verificarne l’autenticità, comprendere la tipologia dei pigmenti adoperati, lo stato di conservazione e i restauri subiti. Le tecnologie dell’informazione invece trovano ampio utilizzo nella divulgazione del patrimonio culturale, attraverso la ricostruzione virtuale di siti archeologici e monumenti; ma sono un supporto importante anche per elaborare dati e gestire archivi.

Il progetto ‘Dentro l’arte con la scienza’ ha quindi un duplice obiettivo: avvicinare i giovani alla scienza attraverso uno sguardo ‘tecnologico’ sul patrimonio culturale; sensibilizzarli ai temi della salvaguardia dei beni culturali mettendone in risalto dettagli che solo la scienza può svelare. Le giornate sono inoltre l’occasione per far conoscere le tradizionali e le nuove professioni nei beni culturali.

Durante le due giornate di ‘Dentro l’arte con la scienza’, le scolaresche potranno assistere in diretta alle indagini scientifiche effettuate dai ricercatori del Cnr su importati opere d’arte della Galleria nazionale d’arte antica di palazzo Barberini a Roma, grazie alle strumentazioni del Molab, un laboratorio mobile dotato di apparecchiature non invasive per indagini in situ.

Inoltre potranno partecipare a due incontri/dibattito: il primo (16 aprile) con Angelo Longoni, regista della serie Tv ‘Caravaggio’; il secondo (17 aprile) con la prof.ssa Maria Laura Santarelli, del ‘Cistec – Università di Roma ‘La Sapienza’ e Simone Pallotta, dell’associazione ‘Walls’, storico dell’arte e curatore di arte pubblica urbana.

Programma

Lunedì 16 aprile – Ore 10.00

Presentazione del progetto

prof. Luigi Nicolais, Presidente del Consiglio nazionale delle ricerche

dr.ssa Rossella Vodret, Soprintendente per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etnoantropologico e del Polo Museale della Città di Roma

prof. Antonio Sgamellotti, Istituto di scienze e tecnologie molecolari del Cnr e Accademico dei Lincei

dr.ssa Anna Lo Bianco, direttore della Galleria Nazionale d’arte antica di Palazzo Barberini

dr. Marco Ferrazzoli, capo Ufficio stampa del Cnr

Dalle ore 11.00 iniziano le visite guidate: “Dietro l’immagine”

Cosa può nascondere una superficie pittorica? Di cosa sono composti i colori? Si può distinguere un’opera autentica da un falso? Sono alcuni dei segreti che il Molab, grazie alla spiegazione dei tecnici, degli storici dell’arte e dei restauratori presenti, potrà svelare in diretta su alcune opere della Galleria per gli studenti in visita.

Face orarie di visita (Max 70 partecipanti per fascia oraria)

11.00-12.00;

12.00-13.00;

pausa pranzo

14.00 -15.00;

15.00 – 16.00.

Ore 12.00 – 12.45

“Il cinema incontra la pittura” appuntamento aperto a tutto il pubblico nella Sala dei Marmi incontro con Angelo Longoni, regista del film tv Caravaggio, vincitore di premi internazionali, intervistato da Marco Ferrazzoli, capo ufficio stampa del Cnr. È prevista la proiezione di alcune sequenze del film.

Martedì 17 aprile

Dalle ore 9.30. iniziano le visite guidate: “Dietro l’immagine”. Cosa può nascondere una superficie pittorica? Di cosa sono composti i colori? Si può distinguere un’opera autentica da un falso? Sono alcuni dei segreti che il Molab, grazie alla spiegazione dei tecnici, degli storici dell’arte e dei restauratori presenti, potrà svelare in diretta su alcune opere della Galleria per gli studenti in visita.

Face orarie di visita (Max 70 partecipanti per fascia oraria)

9.30-10.30;

10.30-11.30;

11.30- 12.30;

12.30 -13.30;

pausa pranzo

14.30 – 15.30

15.30 – 16.30

Ore 11.30 . 12.15: Intervista-dibattito: “I graffiti: opere d’arte o scarabocchi?” appuntamento aperto a tutto il pubblico. Origini, significati e tecniche di questa espressione artistica assai discussa. Quale il danno ai monumenti? Come si rimuovono? Intervengono la prof.ssa Maria Laura Santarelli, del ‘Cistec – Università di Roma ‘La Sapienza’, coordinatrice del progetto “Graffitage” sul tema del danno arrecato dai graffiti e sulle difficoltà della loro rimozione, e Simone Pallotta, dell’associazione “Walls”, storico dell’arte e curatore di arte pubblica urbana, che illustrerà le origini e significati di queste nuove espressioni; modera l’intervento Sandra Fiore, ufficio stampa Cnr.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie