English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Dal oggi Lillo e Greg tornano al cinema per Un Natale stupefacente

18 Dic 2014 | Nessun Commento | 1.590 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

UnNataleStupefacenteIl Natale è alle porte e nei cinema italiani (tra gioia del pubblico e disperazione dei critici!) arriva l’immancabile cinepanettone. E quest’anno la commedia è servita con qualche novità. A cominciare da Neri Parenti che cede la macchina da presa a Volfango De Biasi (già regista di Iago e Come tu mi vuoi) per finire con l’abbandono della struttura ‘a episodi’. Come da tradizione, Un Natale Stupefacente è ambientato nel periodo delle feste. Ma il richiamo natalizio è solo una sottile cornice per una trama semplice e prevedibile. Tutto ruota intorno a due strambi zii alle prese con il nipotino di otto anni, rimasto solo dopo l’arresto dei genitori per coltivazione e spaccio di stupefacenti.  Tra gag, equivoci, coppie scoppiate e risvolti divertenti di temi seri (affidamento e droga), gli elementi tipici della commedia ci sono tutti.

Non è dunque la storia a essere ‘stupefacente’. Lo è invece la scelta riuscitissima di un cast rinnovato che orbita intorno agli inseparabili Lillo e Greg. Il solido duo, nei panni di unoun_natale_stupefacente_foto_06 zio lasciato dalla moglie e geloso e di un altro musicista e rimorchiatore, trascina l’intera commedia. Ma può anche contare su un validissimo supporto che ha per protagonisti la coatta Marisa (Paola Minaccioni), la ‘strappona Genny’ (Ambra Angiolini), il burino tatuatore Giustino (Paolo Calabresi) e l’esilarante coppia di assistenti sociali omossessuali Belotti/Randelli (Francesco Montanari e Riccardo De Filippis) che, con i loro divertenti colloqui, elevano di un gradino la comicità della storia.

 E’ in questi protagonisti che va cercato il punto di forza del film. Sono infatti i personaggi, natale1e non la trama, a far scorrere leggeri 100 minuti di pellicola. Sono loro a rendere ritmata e veloce una storia un po’ scontata che altrimenti rischierebbe di non avere mordente. Sicuramente Un Natale stupefacente non è il film dell’anno ma, considerando i bassifondi toccati dalla commedia nostrana, l’esperimento non è affatto andato male. In fin dei conti la pellicola, per i suoi intenti, è ben riuscita. Soprattutto perché riesce (inaspettatamente!) a far ridere davvero e di gusto.

Una scelta adeguata per passare una serata natalizia all’insegna della leggerezza!

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie