English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Da febbraio ad aprile 2014 il sabato sera del MAXXI è all’insegna della grande musica

7 Feb 2014 | Nessun Commento | 1.540 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

devitoI sabati del MAXXI si animano a ritmo di musica.Dall’8 febbraio al 12 aprile 2014, infatti, il Museo Nazionale delle Arti del XXI Secoloospita dieci concerti dedicati alla musica classica contemporanea, elettronica e jazz. Il‘MAXXI LIVE MUSIC’, questo il nome scelto per la manifestazione, nasce dalla sinergia tra il polo museale e il Conservatorio ‘Santa Cecilia’ che,come ha ricordato il Direttore Alfredo Santoloci, negli ultimi mesi ha avviato una serie di iniziative per tornare a essere protagonista della scena culturale del nostro Paese. Non è strano, del resto, che ad aprire le porte alla musica sia proprio il famoso Museo romano impegnato, da sempre, a cercare un punto d’incontro tra tutte le arti contemporanee (architettura, fotografia, pittura, cinema e adesso appunto musica).

Il risultato di questa collaborazione è un percorso alla scoperta dei ritmi della musica contemporanea. Si parte dai padri della musica del Novecento (Debussy, Schoenberg e Stravinsky) e, passando per i compositori di fine secolo (Berio, Stockhausen, Riley, Reich, Glass, Rzewsky e Sciarrino), si approda ai talenti odierni (Turi, Semionov e Blatti). Durante le cinque serate di classica contemporanea, le sale del MAXXI si lasciano avvolgere anche dai suoni elettronici dei ‘Prleludiacusmatici’. Gli allievi del corso di specializzazione in musica elettronica del Conservatorio (Giuseppe Silvi, Paolo Gatti e Massimo Massimi), attraverso altoparlanti, diffondono negli spazi del Museo musiche composte in studio, suoni da ascoltare senza poterne identificare la fonte di provenienza.

Tra i protagonisti indiscussi del‘MAXXI LIVE MUSIC’ c’è ovviamente anche il jazz che, sottolinea la docente e cantante Maria Pia De Vito,si caratterizza come un genere in cui cadono le separazioni e si incontrano musiche diverse. Al jazz è in partededicato il primo appuntamento (8 febbraio ore 20.30) che porta al MAXXI il Cecilia Vocal Jazz Ensemble, diretto dalla De Vito e composto da ventisette elementi. Il concerto ‘VocalGeographies’ è frutto di tre anni di lavoro del Conservatorio e accompagna lo spettatore attraverso mondi musicali diversi che spaziano dal blues di Miles Davis alla samba di Filò Machado fino alle musiche cinquecentesche del compositore fiammingo Orlando Di Lasso, per poi tornare al jazz contemporaneo di David Linx e DiederikWiessels.

Gli appuntamenti successivi portano in scena rivisitazioni di brani jazz, composizioni originali, musica colta classica e moderna, suoni italiani, americani, argentini, russi, finlandesi, violini, chitarre, pianoforti, sassofoni, clarinetti, contrabbassi, flauti e persino il bajan, strumento simile alla fisarmonica. Insomma, quello del ‘MAXXI LIVE MUSIC’ si presenta come un programma che non solo riesce a costruire un interessante viaggio musicale ma, proprio perché porta la musica fuori dalle sedi consuete, puntaad ampliare il pubblico dei concerti, facendolo incontrare con quello dell’arte.

maxxi-199
Programma

Sabato 8 febbraio ore 20.30Il Cecilia Vocal Jazz Ensemble si esibisce nel concerto ‘VocalGeographies’ (viaggio in mondi musicali diversi).

Sabato 15 febbraio ore 20.30L’ensemble Mosaico Armonico, diretto dal Maestro Carmine Diodoro, esegue‘L’histoire dusoldat di Igor Stravinsky’.

Sabato 22 febbraio ore 20.30suonano il duo SJC (Jane Ceccarelli e Attilio Costa) e il Daniela Troilo Quartet che presenta il progetto ‘Pen and Pencil’ (con brani originali e rivistazioni di composizioni del jazz europeo).

Sabato 1 marzo ore 20.30Il violinista Giuseppe Crozza, il pianista Giancarlo Simonacci e alcuni allievi del Conservatorio presentano ‘Dodecafonia: sviluppi, alternative, equivoci, mutazioni’ (con musiche di Arnold Schoenberg, Edgard Varése, Glenn Gould, Luciano Berio e Karl Heinz Stockhausen).

Sabato 8 marzo ore 20.30Il sassofonista e clarinettista Luigi Di Marco, insieme al contrabbassista Daniele De Angelis, propone un repertorio Bebop, Hardbop e Cool Jazz. Successivamente, con la pianista Alessia Rorato, si esibisce in brani di musica colta classica e moderna.

Sabato 15 marzo ore 20.30Alcuni allievi del Conservatorio insieme agli alunni della scuola di violino del Maestro Giuseppe Crosta si esibiscono ne ‘Lo sperimentalismo materico e linguistico in Europa’ (con musiche di Berio, Giacinto Scelsi, Salvatore Sciarrino e RyoNoda).

Sabato 22 marzo ore 20.30Si esibiscono due gruppi emergenti: il quartetto dal repertorio multistilisticoLesFleursduChant e il Trio Minimal con un sound caratterizzato da voce, sassofono e contrabbasso senza strumenti armonici.

Sabato 29 marzo ore 20.30I Percussionisti di Santa Cecilia, diretti da Gianluca Ruggeri, eseguono ‘Le esperienze del minimalismo’ (con brani di Terry Riley, Steve Reich, Philip Glass e FrédéricRzewski).

Sabato 5 aprile ore 20.30 Daria Convertino e alcuni allievi del Conservatorio propongono ‘Il bajan strumento multiculturale dei nostri giorni’ (con musiche di autori italiani, russi, finlandesi e l’argentino Astor Piazzolla).

Sabato 12 aprile ore 20.30Il Giuseppe Pantano Quartet presenta ‘Canti e Cunti di Sicilia’, progetto musicale del cantante siciliano Giuseppe Pantano che rielabora filastrocche e temi della sua terra appresi dalla nonna.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie