English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Bif&st 2012, presentato il Festival più importante del Mediterraneo

13 Gen 2012 | Nessun Commento | 1.542 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Bif&st 2012“Il cinema è vita” la citazione pasoliniana troneggia sul poster ufficiale della terza edizione Bif&st – Bari International Film Festival 2012, presentato ieri, presso il Cineporto di Bari, dall’assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia, Silvia Godelli, dal presidente e dal direttore dell’Apulia Film Commission, Antonella Gaeta e Silvio Maselli, e dal direttore artistico Felice Laudadio.
Sorprende subito lo spostamento di data del festival che, da esperienza “invernale” diventa evento primaverile (24-31 marzo), quasi a voler sottolineare quella “primavera della cultura” sulla quale, da più parti si torna ad insistere, quando si ci riferisce alla stagione culturale pugliese degli ultimi anni. Più di una le motivazioni: non ultima, l’opportunità di evitare sovrapposizioni con lo storico appuntamento del Festival internazionale del cinema di Berlino.
Nell’immagine simbolo del programma del Bif&est 2012 il segno grafico di Marcello Mastroianni, è stato sostituito da un disegno di Ettore Scola: il particolare di una delle vignette che il grande regista realizzava da giovanissimo per la celebre rivista satirica “Marc’Aurelio”, alla quale collaboravano, fra gli altri, anche Fellini, Steno, Zavattini. La riscoperta di questo grande talento grafico consentirà, inoltre l’allestimento di una mostra di oltre cento opere, “I disegni di Ettore Scola”, che sarà ospitata nella Sala Murat dal 10 al 31 marzo.
Il Bif&st di quest’anno è dedicato a Carmelo Bene, regista, drammaturgo e attore teatrale che, come ha sottolineato Antonella Gaeta, non si poteva non celebrare in quanto artista “totale”, capace nell’arco di una fulminea carriera di costruire, superare e innovare le esperienze artistiche più varie; nato e morto in un lasso di tempo brevissimo, come i Doors, è riuscito, in ogni caso, a lasciarci un patrimonio artistico densissimo.
L’importanza di riportare tra di noi, recuperare e far dialogare con il suo territorio, la figura di Carmelo Bene, è stata rimarcata anche dall’assessore Godelli, che ha parlato di un festival che torna ogni anno a rinnovarsi, non per ripetersi, ma per “innovarsi”, scoprendo nuovi legami con il territorio. Risulta pertanto necessario, a suo dire, riscoprire Carmelo Bene, a lungo rimosso, quasi svanito in un’arcaica memoria, che anche la fondazione da lui stesso voluta non è riuscita a mantenere viva. L’assessore ne ha parlato come di una ferita del territorio, una ferita, tuttavia, ancora pulsante del solco vivo che l’attore è stato capace di tracciare, paragonabile, sotto questo aspetto, ad un altro grande e complesso artista, Garcia Lorca e alle potenzialità rivoluzionarie della sua opera.
L’intento è quindi quello di riscoprire e valorizzare Carmelo Bene, artista fortemente studiato all’estero, offrendo, soprattutto a studenti e studiosi la possibilità di approfondire la qualità e la quantità delle sue opere, il cui solo giacimento nelle Teche Rai ha una durata di 40 ore! La rassegna dei materiali audiovisivi si svolgerà a Bari in una sala del cinema Galleria, per l’occasione intitolata a Carmelo Bene, durante il Bif&est, e successivamente verrà replicata a Otranto dal 28 aprile al 5 maggio per commemorare le origini salentine dell’artista.
Bif&st 2012Il direttore artistico Laudadio ha poi illustrato il programma che proporrà, come nelle precedenti edizioni, le Anteprime Internazionali cinematografiche fuori concorso, la sezione ItaliaFilmFest/Lungometraggi dei migliori film italiani di lungometraggio del 2011-2012, la sezione Opere Prime, le sezioni competitive dedicate ai Cortometraggi e ai Documentari Italiani, entrambe con giurie di 30 spettatori.
Nuova è invece la sezione denominata Panorama Internazionale che ospiterà una dozzina di film prodotti nel mondo nell’ultimo anno che avrà una giuria composta da 50 spettatori e presieduta dal prof. Stefano Bronzini, docente di letteratura inglese all’Università di Bari.
Sono previsti alcuni Eventi Speciali fra i quali va segnalato “Cuba nell’epoca di Obama”, un documentario di oltre 4 ore realizzato dal celebre documentarista Gianni Minà e “All’armi siam fascisti!”, tributo alla grande documentarista di Mola di Bari, Cecilia Mangini.
Ancora più numerosi rispetto alle precedenti edizioni i laboratori e i seminari fra i quali le sette Lezioni di cinema tenute da sette cineasti.
A numero chiuso e riservati ai candidati prescelti dalla direzione artistica saranno, invece, i seminari sui mestieri del cinema: il Mestiere dello sceneggiatore tenuto da Giorgio Arlorio, il Mestiere del critico cinematografico tenuto da Paolo D’Agostini e Fabio Ferzetti e il Mestiere dell’ attore tenuto da Annabella Cerliani.
L’Apulia Film Commission, per la sezione Puglia e Cinema curerà e organizzerà uno Spazio Aperto dedicato alle opere di autori pugliesi di lungometraggi, documentari e cortometraggi ed un incontro pubblico sulle strategie d’intervento 2011-2012 dell’Afc a sostegno del cinema italiano realizzato in Puglia.
Bif&st 2012Il Bif&est, come ha sottolineato il direttore Maselli, si avvale delle risorse finanziarie del PO FESR Puglia 2007-2013; promosso dalla Regione Puglia – Assessorato al Mediterraneo, Cultura, Turismo e organizzato dall’Apulia Film Commission, quest’anno ha comportato una spesa di un milione e trecentomila euro comprensivi di IVA. Si tratta, evidentemente di un costo irrisorio se paragonato a quello di grandi festival cinematografici italiani; inoltre tale finanziamento impone l’impossibilità di ricorrere ad altre entrate e quindi obbliga a rinunciare a sponsorizzazioni private. Un’esperienza, pertanto, particolarmente vincente e virtuosa sia in termini di politica culturale che di scelte socio-economiche.
L’ingresso alle proiezioni presso il cinema Galleria e alle pomeridiane al teatro Petruzzelli, avrà un costo di 2 euro; il biglietto per gli spettacoli serali presso il teatro sarà di 10 euro, mentre per la serata conclusiva al Petruzzelli, condotta da Serena Dandini insieme alla Lino Patruno Jazz Band, è previsto un ingresso di 20 euro. Tutti gli altri appuntamenti saranno gratuiti.
Non resta che attendere il programma più dettagliato per individuare titoli, personaggi e proposte scoprire e selezionare gli appuntamenti più interessanti!

Foto di Tatiana Branca 

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie