English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Arrivano le “it-Shoes”. Questa la nuova frontiera della moda delle calzature dedicate a personalità del mondo dello spettacolo

9 Apr 2009 | Nessun Commento | 7.769 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

scarpeAddio Birkin e Baguette, benvenute Spicy, Victoria, Amy e le altre! Le «it shoes» hanno ormai spodestato le «it bags». Scarpe firmate, alla moda, molto costose e di solito molto alte, almeno 15 centimetri, indossate o dedicate a personalità del mondo dello spettacolo e con una lista d’attesa di mesi.
Il ‘concept‘ è lo stesso delle borse, le «it-bags», ma grazie, o a causa della crisi economica mondiale – secondo il magazine settimanale del quotidiano Le Monde – è sulle calzature che le firme della moda puntano in questo momento: si cambiano più spesso, se ne vendono di più, sono il punto debole delle donne e soprattutto costano di meno (considerando che per una borsa Birkin di Hermes si parte da 5.000 euro).
«Per le marche si tratta soprattutto di marketing – ha detto l’esperto Thomas Zylberman a Carlin International, agenzia di comunicazione specializzata nella moda – subito riconoscibile la scarpa è diventata il nuovo media delle griffe».

scarpeQualche stilista, come Michel Perry, shoes designer per eccellenza – tra le sue fan ci sono Sharon Stone, Cher e Cameron Diaz – ne prepara alcuni modelli a effetto, con tacchi vertiginosi, forme bizzarre, colori e materiali eccentrici, appositamente per la stampa o per le sfilate.
Sono in particolare i grandi nomi della moda, secondo Le Monde, che si sono lanciati in questi ultimi anni nell’arte della scarpa: come John Galliano, con i suoi sandali in compensato, voluminosi, molto decorati, che quest’anno propone per Dior un tacco a forma di statuetta africana. O Marc Jacobs: i suoi Spicy sandals tribali e fatti a mano per Louis Vuitton costano circa 1.500 euro il paio e hanno già conquistato Chloe Sevigny, Heidi Klum, Madonna e Victoria Beckam. A quest’ultima è però Giambattista Valli che ha dedicato le sue Victoria shoes. Le Suri di Calvin Klein riprendono il nome della figlia di Tom Cruise, e le Amy di Jonathan Kelsey, che collabora con la griffe inglese Mulberry, sono le favorite di Amy Winehouse. Per Balenciaga lo stilista Nicolas Ghesquire – dopo le sue scarpe Meccano – spinge più in là la frontiera dell’uso della scarpa.
«Con un dettaglio interessante in periodo di crisi – aggiunge Maud Tarena, a capo del settore delle calzature femminili allo storico grande magazzino Bon Marchè di Parigi – le scarpe firmate costano meno della metà di una borsa della stessa categoria». «L’ossessione delle borse ormai è finita – ha detto anche Miuccia Prada – Oggi si è passati oltre, è il tempo delle scarpe!». O meglio delle «it shoes».

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie