English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
“Aneckxander + Object”: corpi che lottano in drammi moderni al teatro Arena del Sole di Bologna

10 Nov 2016 | Nessun Commento | 829 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

o1Due date per due spettacoli dentro la stessa location – il teatro Arena del Sole di Bologna – per la nuova edizione del Gender Bender Festival: “Aneckxander + Object”.

La fisicità torna protagonista di questo festival internazionale dedicato all’identità di genere e tanto apprezzato sulla scena bolognese e non.

In Object con le coreografie di Ivgi & Greben, un raffinato corpo femminile si muove dentro una zona-cerchio-limite da cui non riesce a uscire. Sembra una lotta con e per il corpo, un corpo leggero come una libellula che cerca libertà rinchiusa dentro un sito -“gabbia”. E’ la danza sensuale e raffinata fatta di equilibri e disequilibri che giocano con la forza di gravità di una creatura che si palesa e si ritrae, forse cercando di sottrarsi alla solitudine di un universo chiuso e invalicabile.

Una vera e propria tortura visiva e del corpo è invece Aneckxander di e con Alexander Vantournhout. Lo spettacolo è una performance basata sulla reiterazione di una stessa sequenza di esercizi eseguiti su una sequenza di note che si ripetono ossessivamente. Un uomo nudo dai tratti scultorei e statuari si mette alla prova eseguendo acrobazie in cerca di attenzione e contatto. Salti strazianti, cadute violente sul palco, sguardi di interazione con il pubblico. Per accumulazione di movimenti il performer aumenta man mano leo2 difficoltà, come in un videogioco a punteggio step to step, indossando prima dei guanti da boxe e poi delle scarpe con la zeppa alta e rieseguendo la sequenza, aggiungendo man mano qualche impercettibile variazione.

La reiterazione rafforza il significante dell’azione, svuotandola del significato, riducendo così lo sforzo a voler uscire da una solitudine imperante, all’inutilità e all’impotenza.

Un finale poetico, ma velato di tristezza: delle lanterne infuocate si accendono come testimoni di un rito di iniziazione non riuscito.

 

 

 

 

 

 

 

 

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie