English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
All’Eremo Club di Molfetta dal 12 al 14 maggio tre appuntamenti imperdibili con la musica italiano

12 Mag 2017 | Nessun Commento | 600 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

catalanoSettimana da non perdere all’Eremo Club di Molfetta con ben tre appuntamenti nel weekend. I Concerti del Venerdì presentano un doppio live all’insegna del rock indipendente, tra ritorni attesi e nuove creature musicali. Venerdì 12 maggio ((S.S. Molfetta-Giovinazzo Km. 779, uscita Cola Olidda, ticket: 5 euro. Info: 340/72.25.770, start ore 21) saliranno sul palco del club One Dimensional Man, band di culto capitanata da Pierpaolo Capovilla, basso e voce, con all’attivo cinque dischi fino al 2011; l’Eremo ospiterà una delle sette date attesissime – l’unica in Puglia – del reboot del progetto che coinvolge Franz Valente alla batteria (già ne Il Teatro degli Orrori) e il chitarrista Carlo Veneziano. Poi sarà la volta di Todo Modo, trio nato due anni fa dalla collaborazione tra Giorgio Prette, ex batterista degli Afterhours, il cantautore Paolo Saporiti e Xabier Iriondo, chitarrista e polistrumentista degli Afterhours. Il nuovo album della band intitolato “Prega per me” scatta dodici fotografie del nostro paese tra cantautorato italiano e noise rock.

La rassegna “La musica è la domenica della vita”, invece, è dedicata questa volta al poeta Guido Catalano, protagonista domenica 14 maggio con i versi della sua nuovissimo raccolta di poesie, intitolato “Ogni volta che mi baci muore un nazista”, edito a febbraio 2017 per Rizzoli (ticket: 6.50 euro + dp, 10 al botteghino. Prevendite su booking show, start ore 21, aperitivo alle 19).

One Dimensional Man (il nome della band è ispirato all’opera del filosofo tedesco Herbert Marcuse, “L’uomo a una dimensione”) riprende i fili di un discorso interrotto circa sei anni fa. Dopo il tour di promozione del quarto disco de Il teatro degli orrori, Capovilla-Valente-Veneziano si sono messi al lavoro su nuove canzoni, cercando di rinnovare il sound del gruppo nel segno di un rock più intransigente che mai. Dieci inediti non ancora pubblicati su disco, ma che sono già protagonisti del live, affiancati ovviamente dai brani più importanti che hanno contraddistinto la carriera della band, contenuti in You Kill Me, 1000 Doses of Love o A better man. Pezzi nuovi che confluiranno nel nuovo sforzo discografico di una delle realtà più arrabbiate della storia recente del rock italiano. Todo Modo (nome ispirato al  rivoluzionario romanzo di Sciascia e al capolavoro di Elio Petri), a poco più di un anno dall’omonimo convincente esordio hanno dato vita a Prega per me: le piccole storie si intrecciano in un unico grande grido, una preghiera laica. Testi che si svelano lentamente tra melodie cucite su pattern di batteria e stilettate di chitarra che, come lame, trasformano la materia, la plasmano e che, come magma che scorre sotto la pelle, agitano la vita di un paese raccontato e colto nella sua quotidianità, tra le falde aperte dell’individuo, della coppia, di tutti noi colti nel vivo del presente. Fotografati. Brani e storie indipendenti, figlie di uno stesso sentire.

Guido Catalano è un vate rock, infaticabile viandante capace di abbracciare diecimila persone nelle 100 date in tutto lo Stivale del suo ultimo tour, lo scrittore e performer torinese più chiacchierato d’Italia, si è rimesso in marcia forte delle 150 poesie inedite contenute nel nuovo lavoro, presentato in un coinvolgente viaggio fatto di dialoghi tra innamorati, indomabili versi, travolgenti emozioni e un pizzico di erotismo. Il tutto restando fedele al suo stile unico, un modo inconfondibile di raccontare l’amore attraverso concerti di parole, emozioni, risate. Ad attendere il pubblico dell’Eremo uno spettacolo nuovo che ha già fatto registrare sold out in templi della musica come l’Alcatraz di Milano e l’Auditorium Parco della Musica di Roma, fatto di poesie recentissime mischiate con grandi classici, e quella cifra unica, ribelle e rock’n’roll, che ha trasformato Guido Catalano in una vera rarità del panorama italiano: un poeta, anzi un poeta professionista vivente che riesce a vivere di poesia.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie