English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
All’Instituto Cervantes di Napoli il tango argentino di Fernando Alfredo Cabrera

28 Apr 2011 | Nessun Commento | 5.156 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Fernando Alfredo Cabrera
Argentina: nostalgia e origine del desiderio. Lì è il mistero del tango, nel folklore e nelle secolari emigrazioni. A los bailarines e a los milongueros – potenziali e inespressi – è dedicato il nuovo progetto dell’Instituto Cervantes di Napoli, diretto da Maribel Serrano Sánchez. L’idea è coinvolgere attraverso la cultura in movimento di matrice spagnola il pubblico partenopeo alla scoperta dei segreti di quell’inimitabile danza che è insieme allegria e disperazione, passione e pensiero. Così giovedì 28 aprile alle 19 Fernando Alfredo Cabrera si esibirà in uno show didattico affinché i napoletani possano comprendere i retroscena di questo speciale fenomeno latino. L’ingresso è libero per tutti.
Nella sede di via Nazario Sauro, poi, dal 4 maggio al 6 luglio ogni mercoledì dalle 19 alle 20.30 si svolgerà un corso anomalo per salpare alla ricerca della perfetta armonia nell’esecuzione di erotici assi – gli abbracci delle coppie – ochos, boleo, ganci – peso e contropeso dei ballerini, valore fondamentale del movimento in coppia – di donne e uomini come presupposti alla sacada. Insieme, si compierà un viaggio sorprendente tra lati oscuri e divertenti, scovando nella storia dell’America Latina le verità della musica, del ballo e del lunfardo, slang spagnolo nato nelle carceri e utilizzato sia a Buenos Aires sia a Montevideo. Tra i temi trattati, la camminata [nel tempo del ritmo e della melodia, disegnando con i piedi], gli assi, le varie possibilità di giro, e i ganci reciproci. Il costo di partecipazione al corso è di 70 euro, scadenza per iscriversi il 3 maggio. Info 081 1956 3311, oppure alla mail cennap@cervantes.es

Fernando Alfredo Cabrera nasce a Josè Carlos Paz in Argentina nel 1980. È artista performer e insegnante di tango argentino. Laureato all’Accademia di Belle Arti, ha frequentato l’IDAF (Istituto de danza folkloristica argentina). I suoi interventi spaziano dalle arti figurative alla performance di teatro, danza e tango. Presenta le sue creazioni in varie personali tra cui “L’uno dopo l’altro” e “Extempera”. Partecipa a collettive e a premi quali il Premio latino-americano con l’opera “Maschera” nella rassegna di arte figurativa a Sermoneta. Per Gianni Pisani allestisce una scenografia al Teatro Garibaldi di Santa Maria Capua Vetere e una mostra alle Scuderie del Palazzo Reale a Napoli. In teatro lavora come attore performer con la regista-coreografa Anna Redi negli spettacoli “Animula”, “Sono sfiorite le rose”, “Lo importante es no caer”. Nel 2003 e 2006 è mimo nel “Don Giovanni” di Mario Martone al Teatro San Carlo di Napoli e in tournée in Italia. È autore de “I movimenti non si possono dipingere”, performance che indaga la connessione tra danza e pittura per la quale si è avvalso della consulenza coreografica di Marianna Troise. A maggio 2006 è stato al PAN per la XIV edizione del Coreografo Elettronico con una performance di tango tra pittura e improvvisazione. LINK www.fertango.com e www.myspace.com/fernandoalfredocabrera

INSTITUTO CERVANTES DI NAPOLI
via Nazario Sauro, 23 _ 80132
www.napoles.cervantes.es

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie