English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Al Parco Nazionale dell’Alta Murgia per un’estate tra musica e teatro nel cuore e nel rispetto della natura

12 Giu 2015 | Nessun Commento | 891 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

pn1Musica, tradizioni, teatro per scoprire il patrimonio e incentivare nuove esperienze di fruizione della natura. Una stagione di dialogo fra arte e ambiente quella annunciata in conferenza stampa presso il palazzo della Provincia di Bari dal Presidente del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, Cesare Veronico. Con il mese di giugno si inaugura, infatti, il fitto programma di eventi che coinvolgerà tutti i comuni aderenti al Parco.

Due le iniziative presentate, entrambe nell’ambito delle 59 azioni previste dalla Carta Europea del Turismo Sostenibile. La prima, realizzata da Coop Culture con Teatro Kismet OperA, Co.o.m, Consorzio Puglia in Masseria, nell’ambito dei S.A.C., strutture di fruizione dei beni culturali e ambientali avviati dalla Regione Puglia nella programmazione 2007-2013, prevede circa cento appuntamenti che, fino al 30 giugno, si rivolgeranno a giovani, famiglie e scuole, toccando 15 luoghi di arte e cultura.

Tracce di Cultura nella roccia” il suggestivo titolo della kermesse che coinvolgerà il pubblico in tour guidati, escursioni, laboratori didattici, visite spettacolo e campus estivi, tutti a ingresso libero, alla scoperta delle peculiarità del territorio. Ce n’é per tutti i gusti, con approfondimenti che permetteranno di scoprire tradizioni, natura, archeologia e architetture custodite nei comuni di Corato, Altamura, Santeramo, Sannicandro, Cassano, Toritto, Grumo Apula, Ruvo e Poggiorsini.  Luca Prosdocimo di Coop Culture ricorda come questo sia solo l’inizio: “dopo giugno, le attività proseguiranno a settembre in un progetto programmato su ben sette anni di attività”.

Dedicato invece alla musica popolare il festival “Suoni della Murgia” che dal 14 giugno pn3al 19 luglio offrirà una ricca programmazione di concerti, all’insegna della fusione fra natura e musica. Appuntamento annuale che si ripete dal 2003 con grande successo, la rassegna nasce dall’incontro fra l’ente Parco e l’associazione culturale Suoni della Murgia, con la direzione artistica di Luigi Bolognese. “L’idea è quella di riportare il piede al passo sulle pietre e sui  tratturi della Murgia, recuperando quel rapporto ancestrale con la terra, i silenzi, i paesaggi e le voci della natura viva perso con la  frenetica modernità”. E proprio per recuperare quel rapporto sottile e delicato con la natura, i concerti, tutti a ingresso gratuito,  saranno ad impatto zero, eseguiti in acustico o in semi-acustico e alimentati da un impianto con batterie a carica solare. Divisi in tre sezioni gli eventi avranno luogo all’imbrunire, in orario serale e – per godere appieno della voce della natura – all’alba, avendo come palcoscenico naturale luoghi suggestivi fra cui le Cave di Bauxite e il Castello Svevo di Gravina, il sito dell’Uomo di Altamura e la Rocca del Garagnone. Musicisti e pubblico troveranno posto sulla nuda terra, senza palchi o sedie e tutti luoghi saranno raggiungibili esclusivamente a piedi o in bicicletta, seguendo un percorso curato dalle guide dell’Officina di Piano del Parco di Ruvo.

Si parte il 14 giugno con “Il giardino delle Esperidi – L’arte della variazione nella Spagna e nell’America Latina, dal XV secolo ai giorni nostri” a cura degli argentini Glossarium di Voci e Strumenti, in concerto alle 20,30 presso il Sito di Lamalunga (Altamura) e si pn2prosegue con 12 appuntamenti, tutti di grande prestigio. “Abbiamo costruito una rete degli affetti, fatta con musicisti e artisti internazionali che ci permettono di accendere i riflettori sulla nostra Murgia – illustra il direttore artistico Luigi Bolognese -. Per la prima volta nel Sud Italia avremo due tra i nomi più illustri del panorama europeo della musica popolare: Karen Matheson & Band, una delle istituzioni del folk celtico e i Milladoiro, la band più importante di musica galiziana”.

A proposito delle iniziative presentate il presidente del Parco dell’Alta Murgia Cesare Veronico sottolinea: “Chi parteciperà potrà conoscere i nostri beni culturali attraverso iniziative originali che rispecchiano l’anima di un parco nazionale. Con le nostre manifestazioni estive toccheremo tutti i comuni del Parco, portando visitatori provenienti da tutta Europa in luoghi meravigliosi che spesso non sono noti nemmeno agli abitanti dei comuni del Parco.”

 

 

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie