English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
A Roma “Index Urbis” la prima edizione della Festa dell’Architettura

17 Mag 2010 | Nessun Commento | 2.554 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

Alvaro Siza VieriaCon incontri, dibattiti, mostre, si svolgerà dal 9 al 12 giugno la prima edizione della Festa dell’Architettura di Roma, che si intitolerà Index Urbis. In tutto più di cinquanta eventi che coinvolgeranno l’intera città, ospitati prevalentemente in quattro sedi: la Casa dell’Architettura all’Acquario Romano, l’Auditorium Parco della Musica, il Maxxi appena inaugurato e il Macro Testaccio.

L’importante iniziativa, curata dall’architetto Francesco Garofalo, è stata promossa dall’assessorato alle Politiche culturali e della comunicazione del comune, dalla Casa dell’Architettura e dall’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Roma e Provincia e sarà inaugurata dalla lectio magistralis dell’architetto portoghese Alvaro Siza Vieria, Premio Pritzker nel 1992 e medaglia d’oro del Riba (Royal Institute of British Architects) nel 2009.

Scopo della Festa dell’Architettura di Roma è quello di raccogliere le riflessioni sulla città proposte da esperti e dalla comunità, attraverso il confronto con altre metropoli. La città eterna custodisce infatti un patrimonio storico inestimabile di monumenti e spazi urbani, ma è anche un deposito di idee e un laboratorio di nuovi progetti in costante evoluzione. La proposta culturale della Festa è dunque l’osservazione analitica dell’urbe, del suo sviluppo e del ruolo futuro che potrà giocare nel panorama architettonico internazionale contemporaneo. «Organizzare una festa e non un festival – dice il presidente dell’Ordine degli Architetti di Roma Amedeo Schiattarella – significa voler coinvolgere l’intera città in una riflessione collettiva sul presente e sul futuro possibile di Roma».

Numerosi i grandi architetti italiani e stranieri, studi prestigiosi che interverranno sui temi specifici più rilevanti per Roma (i cosiddetti nodi della città contemporanea), fra cui figurano Field Operations, Bernard Tschumi, Eduardo Souto De Moura, Massimiliano Fuksas, Yvonne Farrell e Shelley McNamara (Grafton Architects), Anne Lacaton e Jean-Philippe Vassal, Stefano Boeri, Richard Burdett. Oltre a svariati incontri di approfondimento e forum con amministratori, committenti e progettisti, si svolgeranno tre mostre. Il 9 giugno alla Casa dell’Architettura – Acquario Romano si aprirà Rome. The Centre(s) Elsewhere, mentre al Macro Testaccio, saranno allestite l’installazione interattiva Atlante Roma-ABC Roma (alla Pelanda) e la rassegna del fotografo americano Joel Sternfeld sui paesaggi di New York e Roma (al padiglione 9A).

In foto l’architetto Alvaro Siza Vieria

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie