English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
A Roma il libro “I lituani al Mar di Laptev” di Dalia Grinkeviciute

27 Ott 2009 | Nessun Commento | 3.786 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

siberiaIl 29 ottobre 2009 a Palazzo Ferrajoli di Roma si sarà la presentazione del libro di Dalia Grinkeviciute I lituani al Mar di Laptev“.

Rinasce, per iniziativa e nostalgia di Luciano Lucarini, la collana storica de ‘I libri del Borghese’ che negli anni ’60-70 fu portata al successo da Mario Tedeschi, successore di Leo Longanesi fondatore dell’omonimo settimanale. Se tra le penne che ne hanno consacrato il successo ci sono grandi autori come Vintila Horia, Raimond Cartier, Giuseppe Prezzolini e John F. Kennedy col suo ‘I ritratti del coraggio’, a benedirne il ritorno, invece, toccherà a un avvincente e sconosciuto memoriale sulla tragedia dei lituani deportati in Siberia all’indomani del patto Hitler-Stalin contro Polonia, Finlandia e paesi baltici.

Il libro verrà presentato dallo scrittore e giornalista che ne ha curato l´edizione Dott. Francobaldo Chiocci. La traduttrice del libro in italiano Ieva Musteikyte racconterà la storia della scrittrice lituana D. Grinkeviciute.

Alla presentazione del libro parteciperanno l’editore Luciano Lucarini, il senatore e giornalista Gustavo Selva, il giornalista del “Corriere della Sera” Franco Venturini. Della vita della scrittrice interverrà la proprietaria dei diritti d’autore la signora Vytene Muschick, invitata per l´occasione dalla Germania.

L´autrice del libro, scrittrice del genere biografico e medico Dalia Grinkeviciute (1927-1987), nel 1941 fu deportata con la famiglia nella regione di Altaj, e nel 1942 al Mar di Laptev. Nel 1948 fu portata nelle miniere di carbone di Kongalas. Nel 1949 Dalia Grinkeviciute riuscì a ritornare in Lituania di nascosto, dove scrisse le memorie sulla deportazione. Nel 1950 fu scoperta dalle spie e arrestata, dopo 3 anni nei lager della regione di Gorkij fu riportata in Jakuzia. Dopo la morte di Stalin, Dalia Grinkeviciute entrò nell´istituto di medicina di Omsk, continuò gli studi nell’istituto di medicina a Kaunas, in Lituania, e dopo la laurea in medicina lavorò all´ospedale di Laukuva.

Fu perseguitata dai servizi di sicurezza comunisti fino alla sua morte. La traduttrice del libro Ieva Musteikyte vive in Italia, ha tradotto in italiano: “M. K. Ciurlionis e l’arte Lituana all’inizio del XX secolo” di Laima Lauckaite, e in lituano “Roma nuo ikurimo iki musu dienu. Vatikanas“, Lozzi editore.

L´evento è organizzato dalla casa editrice italiana “Pagine” insieme all´ambasciata della Repubblica di Lituania in Italia. La presentazione si svolgerà a Roma il 29 ottobre alle h 17.30 presso il Palazzo Ferrajoli, Piazza Colonna 355.

Info: Ente Nazionale per il Turismo Lituano, www.turismolituano.it

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie