English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
A Bari incontro su “Le ripercussioni locali sul nuovo contratto di Mirafiori”

28 Gen 2011 | Nessun Commento | 1.305 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

fiatIl Nucleo Lavoratori ACLI, l’Ufficio Mondo Sociale e del Lavoro, Arcidiocesi di Bari-Bitonto e UCID di Bari organizzano un incontro per lunedì 31 gennaio 2011 alle ore 19,00 presso la Sede Provinciale ACLI di Bari, via De Bellis n. 37 sul seguente tema: «Così lontano, così vicino. Ripercussioni a livello locale del nuovo contratto di Mirafiori».
Il nuovo contratto di Mirafiori, nonostante riguardi un settore industriale specifico (quello dei metalmeccanici) e un singolo stabilimento produttivo (quello torinese della Fiat), per la sua portata sul piano simbolico (la Fiat è pur sempre la più grande industria italiana) come su quello pratico (il superamento del contratto nazionale), non mancherà di produrre i suoi effetti su tutto il territorio nazionale e su ogni altro settore produttivo. Con il trasferimento della contrattazione a livello aziendale molti ritengono di aver trovato la soluzione al problema italiano della bassa produttività delle imprese e dei bassi salari dei lavoratori.
Ma può funzionare un modello del genere in un Paese dove il tessuto industriale è per la stragande maggioranza dei casi costituito da piccole e medie imprese prive di rappresentanza sindacale e spesso anche prive dei mezzi e della cultura sufficienti per investire in nuove tecnologie e in ricerca?
Quali altri interventi si rendono necessari per rendere effettivamente competitivo il nostro sistema industriale, per impedire la delocalizzazione delle imprese e per attrarre nuovi investimenti produttivi?
La globalizzazione della competizione tra sistemi economici modifica il contesto lavorativo nei Paesi occidentali, modifica la dimensione dei diritti sociali e del lavoro, riduce il valore del lavoro, amplia la diseguaglianza tra lavoratori.
Quale scenario si apre per le nuove relazioni industriali tra democrazia, libertà e dignità del lavoro?
Interverranno alla discussione: Gianfranco Michetti, FIM CISL Bari; Antonio Pepe, FIOM CGIL Bari; Pasquale Ribezzo, CNA Puglia; Vincenzo Santandrea, ricercatore IPRES.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie