English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
Gemellaggio fra Confraternite. Un viaggio tra cavalieri e birre benedette

5 Lug 2010 | Nessun Commento | 3.831 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

confraternita della birra
Nella splendida cornice di Piazza Ducale di Vigevano, ridente cittadina nella provincia di Pavia, si è svolta la Settima Edizione del Gran Capitolo Annuale Confrérie “Sossons d’Orvaulx”, manifestazione annuale organizzata dalla “Confraternita Cavalieri della Birra”, di Garlasco, in collaborazione con la confraternita “Sassons d’Orvaulx”, di Florenville in Belgio.
La manifestazione ha avuto luogo in una delle più suggestive piazze italiane, vero e proprio gioiello dell’epoca rinascimentale, realizzata per volere di Ludovico Maria Sforza, dello “il Moro”, a partire dell’anno 1492 come anticamera del castello. Dalla piazza si ha poi l’accesso alla Torre del Bramante, dalla quale si può osservare l’intera città di Vigevano. Quale migliore luogo per assistere ad una manifestazione tra sbandieratori, costumi d’epoca, banda, confraternite e cavalieri.
Ebbe tutto inizio in un giorno di primavera del 1977, quando un gruppo di amici di Florenville, nelle terre di “Gaume”, della regione Vallonia, decisero di costituire un’associazione culturale che facesse conoscere i propri prodotti alimentari tipici di quella terra, in particolar modo la mitica birra dell’Abbazia trappista di Orval, che incominciò a produrre birra e formaggi per sostenere le spese di ricostruzione in seguito a saccheggi e distruzione durante il periodo della Rivoluzione Francese. In quegli anni si diede alla luce in un locale adiacente l’abazia di Orval la prima confraternita composta da dodici membri-fondatori, dedicata alla birra prodotta dai monaci trappisti. Successivamente fu costituita come Associazione asbl (Associazione Culturale Senza Scopo di Lucro), riconosciuta dal Consiglio Generale delle confraternite della provincia di Lussemburgo, alla quale appartiene.

confraternita della birraSolo da alcuni anni la confraternita si trasferisce anche all’estero, per far visita ad altre organizzazioni e partecipare a manifestazioni promuovendo la propria birra, infatti dal 2003 ha avuto inizio una serie di collaborazioni culturali che hanno toccato anche il nostro territorio nazionale. Il primo incontro italiano a Reggiolo (MN), in onore di Matilde di Canossa, che con la sua leggenda oggi fa parte dell’etichetta della birra monastica di Orval, in seguito è toccato a Bergamo, Treviso, per arrivare a Noci (BA), città dell’enogastronomia, in collaborazione con “Slow food” di Alberobello e Valle d’Itria, ed infine Roma al cospetto dell’Ambasciatore belga presso il Quirinale.
Quest’anno è toccata a Vigevano ospitare la manifestazione, che ha visto partecipare anche personaggi illustri come il Sindaco di Vigevano, il Prefetto ed il Questore di Pavia, Comandante Compagnia Carabinieri e Comandante della Guardia di finanza di Vigevano, e alcuni rappresentanti direttamente dal Belgio.
La manifestazione è iniziata con un incontro presso il castello di tutti i partecipanti, con preparazione dei Togati e inizio corteo verso la piazza, dove vi era allestito un palco per l’occasione, dove da questo il Sig. Cesare Assolari, Mr. Marcel Schutz ed Sig. Corrado Dondi, Cavaliere della Confraternita della Birra di Garlasco, associazione nata nel 2008 applicata e dedicata alla cultura, allo studio ed alla valorizzazione delle Birre Trappiste, nata interamente senza scopo di lucro dedita soprattutto alla beneficenza, ha dato il benvenuto ai presenti dando inizio alla cerimonia. Durante questa sono stati fatti salire sul palco gli aspiranti cavalieri, dopo una breve presentazione venivano invitati al giuramento, questi dovevano pronunciare una parola nel dialetto della terra di Orval: “Je l’jour”. A questo seguiva la degustazione della mitica birra davanti a tutti i partecipanti che incoraggiavano il candidato, infine la consegna della medaglia di Cavaliere.
Al termine della cerimonia è seguito un pranzo sociale presso la “Cavallerizza” del castello, al quale hanno partecipato le alte cariche presenti, i cavalieri, moltissimi curiosi, e le confraternite invitate per l’occasione, tra queste la “Confraternita del Salame di Varzi”, “Confraternita del Risotto”, “Accademia delle Costina”, “Confraternita del Gorgonzola”, Confraternita “Ordine dell’Amarena”, che dalla loro altissima esperienza hanno preparato l’intero pranzo, il menù del pranzo è facile capire da cosa fosse composto. A questo è seguito lo scambio di doni tra le varie Confraternite con inni delle varie associazioni.
confraternita della birraUna bella manifestazione che la “Confraternita Cavalieri della Birra” ha regalato alla cittadina lombarda , che oltre a promuovere le birre belghe dei Monaci Trappisti e far conoscere alla nostra penisola i prodotti tipici belgi, promuove anche attività a scopo umanitario, mostrando quello spirito di fratellanza che è proprio dei Monaci di Orval. Tutti Cavalieri “Sossons d’Orvaulx”, non devono dimenticare che, oltre al giuramento alla birra Orval, devono trasmettere lo storico messaggio racchiuso nel motto della confraternita stessa : fate sempre del bene attorno a voi con il cuore e con grande amicizia.

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie