English Spanish German Russian Chinese Italiano
LSDmagazine
Il vostro pezzo mancante. Cultura, Stile, Vita, Attualità, Relax e non solo.
         Direttore responsabile: Michele Traversa
L’INTERVISTA. I Quiver, un mix di pop, funk e Soul per la super band romana

11 Mag 2019 | Nessun Commento | 618 Visite
Di:
Print Friendly, PDF & Email

I Quiver sono una band romana. La loro musica è un mix di pop, funk e Soul che a volte scivola in scanalature di danza o jazz, sempre con un tocco di originalità. Le loro influenze principali variano da Erykah Badu e D’Angelo a Jamiroquai e Vulfpeck.
Il primo EP di Quiver “tidy up” è la prima registrazione ufficiale che introduce il loro sound con un percorso di cinque canzoni che mostra le loro qualità musicali.
Il loro ultimo singolo “All Around That Blue” ha un suono molto più maturo e disegna un nuovo percorso per il futuro della band. La band è formata da
Costanza Puma (voce e piano), Lorenzo Russo (batteria) e Julien Vincent Dumont (basso). Noi di LSDmagazine li abbiamo intervistati e siamo sicuri che sentiremo nel prossimo futuro molto parlare di loro.

Come nasce il progetto?

Costanza: Tutto è cominciato circa tre anni fa in occasione di un concerto. Il batterista della mia band aveva dato forfait e bisognava trovare qualcuno che lo sostituisse. A questo punto è subentrato Lorenzo: con lui si è subito creata una grande sinergia, sia musicale che sentimentale.. Subito dopo c’è stato l’incontro con Julien, una fresca amicizia di Lorenzo nata nei corridoi della Berklee College of Music a Boston che lo portò in vacanza a Roma quell’Estate. Ci raggiunse difatti proprio quella sera, più precisamente a un after-party arrangiato dopo il concerto. Lì si riunì per la prima volta quello che più avanti verrà denominato in modo scherzoso “the magic trio”. Col passare del tempo e con il rapporto stretto che si creò tra di noi nacque l’idea di formare un gruppo e di lavorare assieme ai pezzi che avevo scritto per mero hobby, un hobby che presto mi convinse di dedicarmi interamente alla musica.

Da dove viene il nome Quiver?

Il nome Quiver nasce da una conversazione avvenuta tra me e Lo’ riguardo al cartone “Robin Hood”. Presi dalla curiosità e, ad essere sinceri, anche dalla necessità di trovare un nome a questo gruppo, ci siamo avventurati sulle metafore che il termine faretra, in inglese “Quiver”, potesse suscitare. Così siamo giunti alla conclusione che il nome “Quiver”, oltre a suonarci bene, indossava diverse interpretazioni e significati attinenti al progetto, tra queste “brivido”, “fremito”.

Quali sono i vostri punti di riferimento in ambito musicale?

Questa è una bella domanda.. Vaghiamo dal Soul al funk, R&B, jazz, fusion, musicisti come D’Angelo, Hiatus Kayiote, Erykah Badu, Vulfpeck, Jamiroquai, per certi versi anche Herbie Hancock.. diciamo che ci sono moltissimi artisti ai quali ci ispiriamo ma la cosa più bella è legata al fatto che ognuno di noi porti con se’ influenze diverse, motivo per cui anche la collaborazione dell’ultimo anno con il chitarrista Antonio Falanga è stata molto interessante.

Quali gli argomenti trattati nei testi delle canzoni?

Ci sono diversi argomenti che, un po’ per sfogo personale e un po’ per intenzione, ho voluto inserire nei testi degli ultimi brani. Ho cercato di alternare temi legati al flusso involontario di certi pensieri, sensazioni, ricordi, a temi invece più attuali, diciamo un po’ più impegnati.. ma sempre con una vena ironica che va ad alleggerirne il contenuto. Non voglio però sbilanciarmi troppo parlando di come e di cosa parlo nei testi: credo che la cosa più bella stia nell’interpretazione di chi li ascolta e nel fraintendimento, nell’equivoco che si crea (in senso buono) tra chi scrive e chi ascolta.

Sogno nel cassetto?

La cosa che probabilmente ci accomuna di più in questa direzione è il riuscire a comunicare attraverso la musica, il non perdere mai l’abilità o forse il dono di “muovere qualcosa” nelle menti e nei corpi delle persone.

Quali sono i prossimi eventi in programma?

Abbiamo un paio di date in programma che verranno annunciate a breve sui nostri social. Nei prossimi mesi però saremo in concerto con meno frequenza per lavorare al nostro primo album su cui presto saprete di più. 000

.

Nessun commento ancora

Lascia un commento

CASHBACK WORLD
il mondo visto di traversa
per vie traverse
Sinestesie Mediterranee
LSD webradio
Coming Soon

LSD television
Coming Soon

per vie traverse
Per Informazioni
E-Mail: info@lessonnumper1.it

Categorie