Tempo di lettura: 2 minuti

(Adnkronos) –
Il medico personale del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, Kevin O'Connor, ha incontrato un neurologo esperto del morbo di Parkinson, Kevin Cannard, alla Casa Bianca. Lo scrive il New York Post spiegando che all'incontro, avvenuto lo scorso 17 gennaio, era presente anche un cardiologo del Walter Reed Medical Center di Washington, John E. Atwood. Quello stesso 17 gennaio, secondo i programmi ufficiali, Biden ha ospitato alla Casa Bianca i leader di Camera e Senato per fare pressione su di loro affinché concedessero maggiori finanziamenti all'Ucraina. Kevin Cannard è considerato un'autorità nel campo del Parkinson e lavora al Walter Reed Medical Center da quasi 20 anni. Come si legge sul suo profilo Linkedin, dal 2012 è ''specialista in neurologia a supporto dell'Unità medica della Casa Bianca''. Nell'agosto del 2023 ha pubblicato un articolo sulla rivista Parkinsonism & Related Disorders sulla "fase iniziale" di questa malattia invalidante. O'Connor si occupa della salute di Biden da quando è entrato in carica nel gennaio del 2021 ed è dunque altamente probabile che l'incontro riguardasse il presidente americano, ha detto al New York Post il deputato Ronny Jackson, che è stato medico sia dell'ex presidente Barack Obama sia di Donald Trump.  "E' molto probabile che stessero parlando di Biden", ha detto Jackson, da anni convinto che la salute del presidente Usa sia in declino. Durante la sua visita medica annuale tenutasi a febbraio, O'Connor ha consegnato a Biden un certificato di buona salute. Durante visita medica è stato condotto un esame neurologico che escludeva espressamente il morbo di Parkinson, aveva affermato O'Connor all'epoca. Ieri la Casa Bianca ha fatto sapere che Biden ha avuto un "colloquio" con O'Connor dopo il dibattito televisivo con Trump. Secondo Jackson, che non ha mai curato Biden, il medico del presidente, insieme alla First Family, sta cercando di "nascondere" il peggioramento della salute cognitiva del presidente americano. "Credo che lui e Jill Biden lo coprano. Kevin O'Connor è come un figlio per Jill Biden, lei lo ama. E' pazzesco. Kevin O'Connor ha svolto quel lavoro dal primo giorno dell'amministrazione Biden perché sapevano di potersi fidare di lui, avrebbe detto e fatto qualsiasi cosa che andava detta o fatta e avrebbe coperto qualsiasi cosa andasse coperta. Lui fa parte della famiglia Biden", ha detto Jackson. —internazionale/esteriwebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Redazione

Lsd sta per Last smart day, ovvero ultimo giorno intelligente, ultima speranza di una fuga da una cultura ormai completamente omologata, massificata, banalizzata. Il riferimento all'acido lisergico del nostro padre spirituale, Albert Hofmann, non è casuale, anzi tutto parte di lì perché LSDmagazine si propone come cura culturale per menti deviate dalla televisione e dalla pubblicità. Nel concreto il quotidiano diretto da Michele Traversa si offre anzitutto come enorme contenitore dell'espressività di chiunque voglia far sentire la propria opinione o menzionare fatti e notizie al di fuori dei canonici mezzi di comunicazione. Lsd pone la sua attenzione su ciò che solletica l'interesse dei suoi scrittori, indipendente dal fatto che quanto scritto sia popolare o meno, perciò riflette un sentire libero e sincero, assolutamente non vincolato e mosso dalla sola curiosità (o passione) dei suoi collaboratori. In conseguenza di ciò, hanno spazio molteplici interviste condotte a personaggi di sicuro spessore ma che non trovano spazio nei salotti televisivi, recensioni di gruppi musicali, dischi e libri non riconosciuti come best sellers, cronache e resoconti di sport minori, fatti ed iniziative locali che solitamente non hanno il risalto che meritano. Ma Lsd è anche fuga dal quotidiano, i vari resoconti dai luoghi più suggestivi del pianeta rendono il nostro magazine punto di riferimento per odeporici lettori.