Tempo di lettura: 1 minuto

(Adnkronos) – "Da settembre 2024 avvieremo l'esportazione di modelli LeapMotor in 9 mercati europei" fra cui l'Italia, in un processo "sostenuto da 200 punti di vendita, con un importante contributo della rete Stellantis & you. Siamo in fase di omologazione dei modelli e a settembre apriremo le vendite". Lo annuncia, in una conferenza stampa da Pechino, l'ad del gruppo Stellantis Carlos Tavares, aggiungendo che dopo il lancio europeo (gli altri paesi sono Belgio, Francia, Germania, Grecia, Paesi Bassi, Romania, Spagna e Portogallo) i modelli del brand cinese saranno venduti in altre tre regioni globali, "con un potenziamento significativo" dell'offerta di modelli elettrici (EV) del gruppo. Tavares spiega che con LeapMotor esiste un "forte piano di prodotti che prevede il lancio di sei modelli entro il 2027". Nella diffusione dei modelli elettrici (EV) "quello dell'accessibilità dei listini è il problema principale" ma grazie alla partnership con Leapmotor "possiamo accelerare nel portare sul mercato modelli EV convenienti", sottolinea Tavares. "Vogliamo che questa partnership sia un successo e la nostra missione è quella di commercializzare e produrre veicoli Leapmotor fuori dalla Cina" potendo offrire "una tecnologia best in class". Con questo sviluppo "Stellantis si arricchisce di ulteriori modelli EV per accelerare l'attuazione del piano strategico Dare Forward 2030: ci siamo impegnati a essere carbon neutral dal 2038 e con il contributo di Leapmotor rendiamo più solido questo impegno" conclude. —economiawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Redazione

Lsd sta per Last smart day, ovvero ultimo giorno intelligente, ultima speranza di una fuga da una cultura ormai completamente omologata, massificata, banalizzata. Il riferimento all'acido lisergico del nostro padre spirituale, Albert Hofmann, non è casuale, anzi tutto parte di lì perché LSDmagazine si propone come cura culturale per menti deviate dalla televisione e dalla pubblicità. Nel concreto il quotidiano diretto da Michele Traversa si offre anzitutto come enorme contenitore dell'espressività di chiunque voglia far sentire la propria opinione o menzionare fatti e notizie al di fuori dei canonici mezzi di comunicazione. Lsd pone la sua attenzione su ciò che solletica l'interesse dei suoi scrittori, indipendente dal fatto che quanto scritto sia popolare o meno, perciò riflette un sentire libero e sincero, assolutamente non vincolato e mosso dalla sola curiosità (o passione) dei suoi collaboratori. In conseguenza di ciò, hanno spazio molteplici interviste condotte a personaggi di sicuro spessore ma che non trovano spazio nei salotti televisivi, recensioni di gruppi musicali, dischi e libri non riconosciuti come best sellers, cronache e resoconti di sport minori, fatti ed iniziative locali che solitamente non hanno il risalto che meritano. Ma Lsd è anche fuga dal quotidiano, i vari resoconti dai luoghi più suggestivi del pianeta rendono il nostro magazine punto di riferimento per odeporici lettori.