Tempo di lettura: 1 minuto

(Adnkronos) – "Stiamo ragionando sulla riedizione del decreto" che prevede una cauzione di 5mila euro per i migranti che chiedono l'asilo, "con una gradazione dell'importo, valutando caso per caso" in caso di osservazioni da parte dell'Europa. Così il ministro dell'Interno Matteo Piantedosi a un convegno a Palazzo Giustiniani a Roma. "Dalla Corte di Giustizia europea non c'è stata nessuna bocciatura del progetto Albania né del decreto Cutro" precisa, poi. ''Sono già terminate le verifiche preliminari alla cornice giuridica. Abbiamo già in pista il genio militare che si recherà a lavorare lì, abbiamo i nostri vigili del fuoco, quindi, è un concerto di istituzioni del nostro governo che realizzeranno rapidamente un centro che, come è stato detto, rappresenta un'iniziativa di straordinario interesse in tutta l'Unione europea". La notizia del naufragio di due giorni fa, aggiunge, "è un doppio dolore, l'immigrazione irregolare va fermata alla partenza, le tragedie come queste sono la prova che non è questo il modo di gestire l'immigrazione". "Marzo va a essere il sesto mese di fila in cui registriamo una contrazione delle partenze dei migranti" aggiunge, sottolineando come "le partenze dalla Tunisia si siano pressoché azzerate da inizio anno".  —cronacawebinfo@adnkronos.com (Web Info)

Redazione

Lsd sta per Last smart day, ovvero ultimo giorno intelligente, ultima speranza di una fuga da una cultura ormai completamente omologata, massificata, banalizzata. Il riferimento all'acido lisergico del nostro padre spirituale, Albert Hofmann, non è casuale, anzi tutto parte di lì perché LSDmagazine si propone come cura culturale per menti deviate dalla televisione e dalla pubblicità. Nel concreto il quotidiano diretto da Michele Traversa si offre anzitutto come enorme contenitore dell'espressività di chiunque voglia far sentire la propria opinione o menzionare fatti e notizie al di fuori dei canonici mezzi di comunicazione. Lsd pone la sua attenzione su ciò che solletica l'interesse dei suoi scrittori, indipendente dal fatto che quanto scritto sia popolare o meno, perciò riflette un sentire libero e sincero, assolutamente non vincolato e mosso dalla sola curiosità (o passione) dei suoi collaboratori. In conseguenza di ciò, hanno spazio molteplici interviste condotte a personaggi di sicuro spessore ma che non trovano spazio nei salotti televisivi, recensioni di gruppi musicali, dischi e libri non riconosciuti come best sellers, cronache e resoconti di sport minori, fatti ed iniziative locali che solitamente non hanno il risalto che meritano. Ma Lsd è anche fuga dal quotidiano, i vari resoconti dai luoghi più suggestivi del pianeta rendono il nostro magazine punto di riferimento per odeporici lettori.