Tempo di lettura: 2 minuti

Con “Clarieset e le memorie dell’antico Egitto” l’autrice, Jessica Pezzotta, ha creato con maestria un racconto ambientato nella terra dei faraoni che trasporta i lettori in una dimensione al di là del tempo e dello spazio.

Una delle cose che rende l’Antico Egitto così affascinante è la sua capacità di coinvolgere persone di ogni estrazione. Questa civiltà era un mix perfetto tra l’umano e il divino, un connubio che si manifestava in molteplici forme. La cultura e il patrimonio dell’Antico Egitto sono diventati parte integrante del nostro immaginario collettivo, dimostrando che questa civiltà ha raggiunto l’eternità, esercitando un fascino senza tempo su di noi.

La protagonista del libro di Jessica Pezzotta, Clarieset, è una sacerdotessa devota alle dee Hator e Sekhmet che diventa poi la moglie del faraone Sendemka. La storia ruota attorno alla loro relazione, al loro amore e alla loro connessione profonda. Sendemka è un personaggio affascinante, un visionario dal cuore umile ma anche un coraggioso guerriero nei momenti cruciali. La scrittrice dimostra tutta la sua abilità nel dipingere la relazione tra Sendemka e Clarieset basata sul sostegno reciproco e la complicità.

La morte prematura del loro primogenito Kemiaton getta un’ombra sulla vita della coppia reale. Tuttavia, l’arrivo qualche anno dopo della loro bellissima bambina, Anuket, riporta il sorriso e la speranza. Anuket è un personaggio interessante e complesso, con un carattere forte e talvolta difficile da gestire. “Quanta pazienza quella ragazza mi faceva sviluppare, era un fuoco in persona, non facile da gestire, e io che stavo lavorando sempre più sull’essere femminile, mi metteva davvero alla prova” dice Clarieset nel libro di Jessica Pezzotta.

La storia prende una svolta drammatica quando Clarieset subisce un agguato e rischia di perdere la vita. Da quel momento inizia per la protagonista un percorso complesso che la porta a confrontarsi con il suo passato e ad andare oltre le apparenze per perdonare se stessa e gli altri. In questo modo l’autrice ci mostra come, dopo la tempesta, il sole può risplendere ancora più forte.

“Clarieset e le memorie di Tebe” è un romanzo coinvolgente che cattura l’attenzione dei lettori sin dal primo capitolo. La scrittura di Jessica Pezzotta è ricca di dettagli e il modo in cui intreccia la storia dell’Antico Egitto con la vita dei suoi personaggi è magistrale. Un libro consigliato vivamente a tutti gli amanti di avventure emozionanti e di storie di crescita personale.