Tempo di lettura: 2 minuti

“Sai osare. Genitori figli alla conquista dell’autostima” è il saggio edito da Pendragon scritto dalla psicologa e psicoterapeuta Lara Ventisette e dall’executive -business coach, Alessandro Paselli.

Non esistono né ricette segrete, né un manuale che ci insegni ad essere genitore o tantomeno figlio. L’unica cosa certa per far funzionare il grande e meraviglioso meccanismo chiamato famiglia è quello di far lavorare i due ingranaggi che lo compongono: genitori e figli devono operare insieme tutti giorni, intraprendendo un percorso parallelo fatto di crescita, di miglioramenti e anche, eventualmente di sbagli per riuscire a conquistare l’autostima. Ed è proprio l’autostima il filo conduttore su sui è stata intessuta la trama del saggio. Gli scrittori del saggio ci descrivono l’autostima come un tempio sorretto da quattro pilastri fondamentali: la famiglia, la scuola, le amicizie e la percezione corporea. In questi quattro campi esperienziali che sviluppa e cresce l’autostima. L’autostima è definibile come la distanza tra chi sentiamo di essere e chi vorremmo essere. Ma esiste una relazione circolare tra l’opinione che noi abbiamo di noi stessi e l’opinione che gli altri hanno di noi. Dunque, anche questo concorre ad accrescerne il livello.

Dopo aver illustrato in maniera minuziosa il concetto Autostima e i pilastri su cui essa si poggia, la narrazione entra nel vivo. Per apprendere come acquisire una sana autostima genitoriale e accompagnare coscientemente i propri figli a sviluppare la propria è necessario partire da otto competenze genitoriali imprescindibili importanti contenute proprio nel Sai Osare. S di supporto, A di Autonomia, O di organizzazione, S di studio, A di attenzione, R di responsabilità ed E di emozione. Inizia così un viaggio in otto capitoli per scoprire questo acronimo pragmatico.

Un saggio chiaro e scorrevole con cui confrontarsi quotidianamente, per genitori alla ricerca dell’educazione “giusta” e per aspiranti genitori che hanno paura di divertarlo.