Tempo di lettura: 2 minuti

La città di Terlizzi è pronta ad accogliere il principe Alberto II di Monaco venticinque anni dopo la sua prima visita ufficiale nella cittadina a due passi da Bari. Il sovrano di Monaco arriverà mercoledì prossimo, per un evento che si inserisce nell’ambito delle iniziative promosse dall’associazione Siti Storici Grimaldi di Monaco, cui il Comune di Terlizzi ha recentemente aderito. Per Alberto II di Monaco si tratta di
un ritorno nella cittadina pugliese, feudo dei Grimaldi dal 1532 al 1641: già nel 1997, infatti, l’allora Principe ereditario fece visita a Terlizzi. Risale al 2020, invece, il primo incontro tra il sindaco Ninni Gemmato e il principe, a Rimini in occasione di un evento di scambio culturale e promozione del territorio al quale presero parte i Comuni italiani dell’associazione Siti Storici Grimaldi di Monaco. Venticinque anni dopo, il principe Alberto tornerà dunque nella «Città dei Fiori», questa volta in veste di capo di Stato.
Il 20 aprile sarà accolto dal sindaco Ninni Gemmato alla presenza del Prefetto di Bari Antonia Bellomo, del vescovo della diocesi di Molfetta-Ruvo-Giovinazzo-Terlizzi mons. Domenico Cornacchia e delle massime autorità politiche e militari regionali e cittadine.
Per l’occasione, all’interno della pinacoteca comunale «Michele de Napoli» sarà esposta la croce processionale d’argento (argentiere napoletano del terzo decennio del XVII secolo) donata da monsignor Onorato Grimaldi signore di Terlizzi e Arciprete della nullius diocesis dal 1632 al 1639 al capitolo della Collegiata.
La visita ufficiale, che avrà inizio dalle ore 14.30, prevede il passaggio da via Giovinazzo (incrocio con viale dei Giardini) per lo scoprimento della targa d’ingresso «Terlizzi sito storico Grimaldi»; poi la visita alla chiesa di Santa Maria la Nova in via Sarcone; l’esecuzione degli inni europeo e nazionali in piazza Cavour con la deposizione della corona di alloro al Monumento ai Caduti e il saluto
della città di Terlizzi a Sua Altezza Serenissima Alberto II Principe Sovrano di Monaco. A seguire su corso corso Umberto (mercato Lioy, antico sito del Castello) lo scoprimento della lapide commemorativa della Signoria dei Grimaldi di Monaco (1532-1641) e piazza don Tonino Bello per la visita alla concattedrale San Michele Arcangelo. La visita si concluderà alla Pinacoteca comunale «Michele de Napoli» dove avverranno i saluti ufficiali, lo scambio dei doni e il discorso di Alberto II. Per motivi di sicurezza. L’accesso sarà riservato solo ai rappresentanti istituzionali invitati.

Il principe Alberto II di Monaco  il giorno successivo, il 21 aprile sarà per una visita a Canosa di Puglia, nella provincia di Barletta – Andria – Trani. “La nostra città si prepara a vivere un momento di festa e di gioia”, commenta il sindaco Roberto Morra. “Canosa – dice il primo cittadino – per la prima volta riceve la visita di un capo di Stato”. Morra riferisce di un legame fra la città e la famiglia Grimaldi, di cui Canosa era un sito storico.