Tempo di lettura: 3 minuti

I migliori vini italiani protagonisti della prima edizione pugliese dei Golden Wine Awards di Food and Travel Italia, in programma domani sera a partire dalle 18 presso Tenuta Moreno, a Mesagne (Brindisi).

A decretare i vincitori, che saranno annunciati durante la serata di gala di domani sera, sono state le valutazioni di due giurie di esperti del settore e delle redazioni di Food and Travel Italia e Wine and Travel, in aggiunta ai voti dei lettori. Sei le categorie per i riconoscimenti da assegnare: Vini rossi, Vini bianchi, Vini rosati, Vini dolci, Bollicine e la categoria dei “Top dei Top pugliesi”, in onore della regione che ospiterà l’evento.

La serata,  nuovo evento enologico ideato per premiare le aziende italiane che brillano per qualità, riunirà in Puglia l’Italia intera in un format capace di valorizzare il vino e l’enoturismo;   sarà condotta dall’editore di Food and Travel Italia, l’imprenditrice astigiana di origini salentine Pamela Raeli, dal senatore Dario Stefàno, artefice delle leggi sull’enoturismo e sull’olioturismo, e dal Presidente Mondiale degli Enologi Riccardo Cotarella, e segue solo di pochi mesi il galà tenutosi il primo ottobre scorso a Lavello (Potenza) degli Awards di Food and Travel Italia, edizione italiana del magazine internazionale edito in 18 Paesi sul tema dell’enogastronomia e dei viaggi gourmet.

“La manifestazione promuove un prodotto che ci rende unici in tutto il mondo. Ho scelto il claim della serata utilizzando una frase di Luca Bianchini, ovvero “La bellezza ha sempre bisogno di poche parole”, perché sono convinta che il vino buono si faccia appunto con la bellezza”, spiega Pamela Raeli, “ovvero la bellezza di un territorio, dei suoi paesaggi, delle sue autoctonie – e i vitigni lo sono per definizione – ma anche delle persone che lo abitano, e che sono capaci di rendere un vino unico, inimitabile ed indimenticabile. Ed è il messaggio che ci piacerebbe trasmettere con questo evento: come sia la bellezza a rendere buono un vino, come lo “spirito” contenuto in una bottiglia sia in realtà il genius loci di un territorio e della gente che ci vive. E la Puglia, ormai è noto, è da questo punto di vista bellezza allo stato puro”.

“Abbiamo sempre più bisogno di eventi di qualità legati al vino”, commenta Dario Stefàno, “capaci di mettere in luce il lavoro, le storie, i valori che si celano dietro a una etichetta, ma che ci aiutino anche rinvigorire l’orgoglio identitario di una grande tradizione produttiva che è storia e cultura che unisce idealmente il nostro Paese, da Nord a Sud. E sono felice di essere stato coinvolto in questa nuova avventura, in questo nuovo appuntamento che – sono certo – sarà per la Puglia enologica una vetrina di bellezza e contenuti, e per i produttori l’occasione per raccontarsi e per raccontare questo straordinario prodotto, il vino, che ci rappresenta e ci identifica in tutto il mondo”.

Ed è proprio il legame con il territorio il fil rouge che lega i Golden Wine Awards a Tenuta Moreno, struttura salentina che vede la famiglia Argentieri impegnata a difendere e promuovere i valori di un territorio conosciuto per la sua unicità in termini di bellezza, e a perseguire – tra i primi non solo in Puglia ma a livello nazionale – una filosofia sostenibile anche in termini economici e sociali. “Siamo stati i primi” raccontano Antonio Argentieri, capostipite della famiglia e presidente della Moreno spa, e Pierangelo Argentieri, direttore della Tenuta e presidente di Federalberghi Brindisi, “a scommettere su Mesagne e il suo territorio, non solo attraverso investimenti molto consistenti, ma anche puntando sulle sue potenzialità in termini di vocazione turistica e impegnandoci nell’offrire servizi di altissimo livello”.

Gli ospiti attesi per la serata sono gli attori Lorenzo Adorni, Marco Aceti e Jacopo Rampini, il giornalista Rai Giuseppe Di Tommaso, la voce di “Decanter” e volto di “È sempre mezzogiorno” Andrea Amadei, il patron di Miss Universo Italy Marco Ciriaci e le modelle Linda Taddei, Tanya Convertini e Antonella Caruso.