Tempo di lettura: 2 minuti

“Nessun incubo per il sole” è il disco d’esordio di BODAH, il primo di una discografia immaginaria, che racchiude la sintesi e la rielaborazione di quelli che sono stati, da un lato, gli ascolti musicali che più hanno influenzato nel corso degli anni Marco Meledandri, autore e compositore dell’album, dall’altro le esperienze di vita e i luoghi impressionati dallo sguardo dello stesso nel tempo.

Questa opera prima, della durata complessiva di trenta minuti, è scandita dalle sei tracce che la compongono: un viaggio onirico, dal sapore lisergico, di sei tappe sonore che conducono l’ascoltatore lungo un cammino emozionale illuminato di tinte differenti. Un alternarsi di canzoni e di brani strumentali, ognuno di diversa durata e ognuno con un proprio carattere, in cui convergono sonorità che spaziano dal rock psichedelico al folk, dallo stoner a risonanze più western, come fossero sei persone differenti ma appartenenti a un’unica famiglia.

“Nessun incubo per il sole” ci guida in un percorso articolato come un sistema nervoso, lasciandoci scivolare in un sogno vivido, di quelli che al risveglio ci sembra di aver vissuto davvero.

Nessun incubo per il Sole” è stato scritto e composto da Marco Meledandri, registrato da Marco Meledandri e Maurizio Leonardi.
Le batterie sono state riprese presso il REH Project Studio del MAT Laboratorio Urbano di Terlizzi (BA) da Dario Tatoli.
Le voci sono state riprese presso lo Spider Tower Studio di Londra da Marialessia Dell’Acqua. Mixato e masterizzato da Dario Tatoli presso il REH Project Studio. L’opera in copertina è di Rossella Mercedes. L’artwork è a cura di Zebra. 

TRACKLIST

GENNAIO
ALLIGATORE D’AGOSTO
FILASTROCCA PER UNA STREGA
PAZUZU
NEL  GIORNO DEL SABBA
NESSUN INCUBO PER IL SOLE