Tempo di lettura: 2 minuti

Monte Sant’Angelo, la Città dei due Siti UNESCO sul Gargano, in Puglia, è il set del nuovo film su Padre Pio diretto da Abel Ferrara e interpretato dalla star della saga “Transformer” Shia LaBeouf oltre al cast italiano composto da: Ignazio Oliva (The Young Pope), Brando Pacitto (Baby, Braccialetti Rossi), Marco Leonardi, Luca Lionello, Martina Gatti (SKAM), Carla De Girolamo (Braccialetti Rossi), Alessandro Cremona (007 Spectre), Michelangelo Dalisi (Freaks Out) e Roberta Mattei (Anna di Ammaniti, Zero di Netflix). 

Monte Sant’Angelo è stata scelta da Abel Ferrara per ricostruire i fatti avvenuti nel 1920 a San Giovanni Rotondo: la prima vittoria socialista contadina repressa nel sangue, concomitante con l’arrivo in città del giovane frate in piena crisi mistica che manifesta i primi miracoli e riceve proprio allora le prime stimate. 

Il film è stato presentato in conferenza stampa a Monte Sant’Angelo proprio da Ferrara, dal sindaco d’Arienzo e dalla produzione.

Abel Ferrara

Per il sindaco Pierpaolo d’Arienzo – «Monte Sant’Angelo è una città in cui si respira una storia millenaria la cui monumentale bellezza la rende un set cinematografico naturale di grande impatto. Siamo lieti di ospitare questa importante produzione internazionale, un regista come Abel Ferrara e un cast di grandissimo livello ai quali stiamo dando tutto il supporto necessario affinché trovino le condizioni migliori per poter lavorare al meglio nella nostra città. Cinema e promozione turistica rappresentano, infatti, un binomio su cui puntiamo molto poiché in linea e in target con il nostro lavoro di promozione dedicato al brand la Città dei due Siti UNESCO. Grazie ad Apulia Film Commission e alla Regione Puglia che stanno continuando ad investire su questo settore offrendo grandissima visibilità ai territori e alla loro bellezza».

«Siamo onorati di accogliere questo film in Puglia, a Monte Sant’Angelo, che è un posto magico. Un momento importante di valorizzazione e promozione del territorio e il film, girato in questa stagione dell’anno, dimostra che la Puglia è una regione che si può vivere 365 giorni all’anno. Siamo una terra di accoglienza. La Puglia è femmina poiché nella sua diversità è una terra che accoglie. Auguro un grande successo al film che sarà una bandiera del Gargano, di Monte Sant’Angelo, ma anche di tutta la Puglia» – ha dichiarato Nancy dell’Olio, ambasciatrice della Puglia nel mondo nominata dal presidente della Regione, Emiliano.