Tempo di lettura: 3 minuti

Con il Motor Yacht Panam di 40m Baglietto riprende e attualizza la tradizione costruttiva di imbarcazioni performanti in alluminio firmate Francesco Paszkowski Design, il designer di riferimento con il quale collabora sin dal 1992. Gli interni sono a firma dello Studio Francesco Paszkowski Design realizzati in collaborazione con Margherita Casprini.

Disegnato per rispondere ai desideri dell’armatore di realizzare un’imbarcazione dal carattere fortemente sportivo che, sin dal primo impatto, conferisse una sensazione di velocità, il motor yacht Panam si caratterizza per la sua spiccata attitudine alla performance garantita dallo scafo in lega di alluminio e da 3 motori MTU V16 2000 e 3 idrogetti KaMeWa che la spingono ad un massimo di 31 nodi ed una comoda velocità di crociera di 25. Inoltre, a questo fine, molti componenti tecnici, come i quattro portelloni di poppa, sono stati previsti in fibra di carbonio per ridurre il peso.

Il profilo slanciato, a cuneo e compatto sull’acqua, la poppa potente e la prua verticale conferiscono allo yacht un carattere moderno e dinamico, di grande potenza, esaltato anche dalle ampie finestrature scure dal taglio geometrico.

Privilegiato il contatto con il mare, a cui contribuiscono le ampie vetrate che esaltano la luminosità degli ambienti interni, la superficie trasparente della falchetta a livello del main deck e lungo il perimetro del fly bridge, o ancora la straordinaria vivibilità degli spazi esterni, che includono il beach club ed il grande fly.

Gli interni, in coerenza progettuale con gli esterni, sono in stile contemporaneo, elegante ed accogliente, e prediligono l’utilizzo di pochi materiali in abbinamenti diversi tra loro nei vari ambienti.  I legni caldi chiari e in morbide sfumature di grigio e del tortora caratterizzano i pavimenti in rovere sabbiato e le pareti in rovere striato per i rivestimenti verticali mentre dettagli di cuoio e vetro sono utilizzati per i complementi d’arredo quali scaffali, top ed ante armadi. I bagni sono arricchiti dall’ampio uso di onice e marmi scelti in collaborazione con l’Armatore. Superfici laccate in coerenza cromatica per i cielini.

Il layout prevede sul ponte principale un ampio salone separato dall’area pranzo grazie ad una parete “verde”. A prua la cabina dell’armatore a tutta larghezza include cabina armadio e bagno con hammam. Due finestrature elettriche si aprono ai lati per consentire una vista panoramica. All’interno della suite armatoriale anche una ulteriore child room.

Quattro cabine ospiti occupano il ponte inferiore sul quale è ubicata anche la cucina professionale. A prua di questo stesso ponte l’area equipaggio include la cabina del comandante, 2 cabine doppie, lavanderia e dinette. Alle spalle della sala macchine si trova il garage semi allagabile che ospita un tender di 17’ direttamente collegato con la piacevole beach area a poppa, con 3 lati abbattibili a formare 3 terrazze e beach platform trasformer per un comodo ingresso in mare.

La grande enfasi dedicata agli spazi aperti si conferma soprattutto nel fly bridge di 65mq è occupato, a poppa, da una grande piscina custom made con nuoto contro corrente , bancone bar su misura realizzato su progetto dello studio Paszkowski con piano scorrevole ed un’area prendisole supplementare a prua.

Il motor yacht Panam perteciperà in preview mondiale al prossimo Cannes Yachting Festival, la manifestazione internazionale che si svolgerà dal 7 al 12 settembre.