Tempo di lettura: 1 minuto

Un nuovo prestigioso riconoscimento per Olio Intini, l’azienda pugliese specializzata nella produzione di olio extravergine d’oliva, a cui il Gambero Rosso ha assegnato il Premio Speciale per il “Migliore Monocultivar” nella guida Oli d’Italia 2021.
L’olio premiato è l’extravergine 100% Olivastra, varietà autoctona che circoscrive l’area dei comuni di Alberobello, Locorotondo e parte della Valle d’Itria (400 metri sl.m.). Un olio dall’amaro elegante con esuberanti espressioni di piccante, al naso contraddistinto da inebrianti sentori di mandorla, mela verde e erba falciata.

“Mi fa particolarmente piacere il premio per l’Olivastra, anche perché rispetto alle cultivar big della regione, Coratina e Peranzana, è quella meno nota insieme alla Cima di Mola con cui condivide invece la particolarità di essere molto tipica nell’area che dalla Murgia digrada verso il mare”, dichiara Pietro Intini, da anni impegnato nella salvaguardia di varietà in via di estinzione e nella tutela della biodiversità.

Olio Intini riceve dalla giuria del Gambero Rosso anche l’ambita Stella, il riconoscimento che, come per la guida Vini d’Italia, premia le aziende che hanno ottenuto Tre Foglie per dieci anni consecutivi: un premio speciale alla costanza qualitativa, conferma di un percorso incentrato sulla ricerca continua della perfezione. Un riconoscimento a prodotti realizzati con cura certosina in ogni fase del processo produttivo e nel pieno riguardo della salute dei consumatori e della biodiversità.