Tempo di lettura: 2 minuti

Cosa potrebbe succedere se intelligenze artificiali innestate nei cervelli umani seguissero una inaspettata trasformazione non prevista dagli scienziati? Lo scopriamo in Evoluzione, il primo romanzo di Stefano Casazza, ingegnere milanese con la passione per la fantascienza.

In un futuro prossimo, una equipe di esperti sta lavorando a un progetto per la creazione di un soldato capace di adattarsi a ogni avversità; si verificano però degli intoppi e un prototipo di cervelletto positronico (battezzato Achille), studiato per esperimenti su animali, viene impiantato dai suoi creatori su un pericoloso criminale in fin di vita, Lucas Giscard, con lo scopo di fare uscire clandestinamente dal laboratorio il cervello artificiale. L’interazione tra la macchina e il cervello di Lucas fa evolvere il prototipo in una nuova generazione di intelligenza artificiale cognitiva, che salva l’uomo, lo aiuta a evadere e lo trasforma in un superuomo. Giscard cambia identità, assume tre bellissime assistenti in cui impianta altrettanti cervelletti positronici, e prosegue la sua attività criminosa più potente che mai, inutilmente ricercato dalla polizia italiana. Ma Achille decide di evolversi ulteriormente, pianificando di riprodurre esseri umani dotati di cervelletto positronico dove però sia la macchina a comandare sull’uomo. Quando Lucas viene a sapere accidentalmente del piano elaborato dalla macchina che ha dentro di sé è forse troppo tardi per l’intera umanità.

Stefano Casazza, nato a Milano nel 1972, è laureato in ingegneria meccanica e professionalmente riveste il ruolo di manager d’azienda. Ha vissuto per lavoro in Brasile, Cina, Stati Uniti e Germania. Si è interessato fin da piccolo alla fantascienza, guardando film e leggendo libri di ogni epoca e autore, partendo da Jules Verne e arrivando al suo idolo, Isaac Asimov, di cui ha letto ogni cosa sia stata pubblicata. Legge ancora molto, seppur meno di quanto vorrebbe. Ha iniziato a scrivere brevi racconti ai tempi del liceo, quelle storie erano uno strumento per evadere dalla vita quotidiana. Durante le trasferte di lavoro all’estero, per rilassarsi e combattere lo stress lavorativo, ha ripreso a scrivere. Rientrato in Italia, ha frequentato alcuni corsi di scrittura, dopo i quali ha deciso di trasformare una delle sue storie in un progetto editoriale, così è nato il primo libro: Evoluzione.

Attualmente Stefano sta lavorando all’edizione inglese del romanzo e a un sequel.

È possibile approfondire la sua conoscenza attraverso il sito www.stefanocasazza.com/