Tempo di lettura: 2 minuti

L’arte ha bisogno di una piazza, in questo periodo più che mai, per esprimersi e valorizzarsi. Per questo, dopo le serie Sipario! Storie di Teatro, Indie Jungle e Musei, in un momento di grande difficoltà per lo spettacolo e la cultura, Sky Arte mette a disposizione di tutti anche The Square che andrà in onda ogni giovedì alle 20:45 e sarà disponibile in streaming gratuito su https://video.sky.it/arte e sui profili Facebook ed Instagram di Sky Arte.

The Square è un luogo in costruzione, i cui contenuti vengono dai palcoscenici del mondo dell’arte e della cultura, ora vuoti. La trasformazione in atto porta nuovi modi di fare attività culturale e di questi The Square si fa portavoce. Gli ospiti sono artisti, musicisti, registi, attori, danzatori che trovano un luogo in cui i loro progetti possano avere spazio e raggiungere il pubblico di cui hanno bisogno, e che ha bisogno di loro.

La sesta puntata di The Square– in onda giovedì 7 gennaio- è la prima del 2021 e si apre con un tema importante – l’infinito nei suoi diversi significati – e con un ospite che non è da meno: Piergiorgio Odifreddi. In collegamento web, il matematico e scrittore ci parla del suo ultimo libro, Ritratti dell’infinito, e di questo concetto affascinante e complesso su cui si sono pronunciati matematici, artisti, poeti, teologi e non solo.

Protagonista della clip in animazione è la grande scultrice Camille Claudel, la cui storia drammatica è raccontata anche dal film scritto da Chiara Pasetti e diretto da Mario Molinari, Moi 392, che speriamo di vedere presto nelle sale. Per la performance di questa settimana Nicolas va in trasferta – ma lo fa a modo suo! Ad attenderlo alla Galleria Poggiali di Milano ci sono Goldschmied & Chiari, che ci mostrano la loro installazione Dove andiamo a ballare questa sera? che riproduce una festa finita degli anni Ottanta.

Rientrato in studio Nicolas ci parla del Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, che ha recentemente realizzato un progetto di accessibilità dedicato ai non vedenti, e chiama uno dei migliori autori e fumettisti in circolazione: Gipi. Il suo ultimo libro, Aldobrando, è una storia di formazione di un giovane ragazzo ambientata nel Medioevo. L’autore ce lo racconta nella sua intervista via web… o, sarebbe meglio dire, via “vignetta”.