Tempo di lettura: 2 minuti

""

Il cinema non è facile, non è leggero nonostante si viva in un’era tascabile. Per questo motivo, per dichiarare ancora il suo amore il regista Marco Cucurnia ho realizzato, “Dedicato al cinema”. Cercando di insegnare a nove ragazzi con disabilità cioè con cuori puri, con occhi privi di sovrastrutture (la disabilità è nostra non loro) quello che il regista ha appreso da Mario Monicelli in vent’ anni di assidua frequentazione e dai tanti film che ha guardato nei venti anni precedenti.

Marco Cucurnia voleva dar loro, una matita nuova. Si è costruito un’opera d’immagine, un film, fatto con lo scotch, la pellicola usata, con i carrelli della spesa, con un’antica macchina fotografica, con una pianola da bimbi… "Non volevo certo fare un documentario sulle loro vite – ci racconta – ma semmai, osservandoli ho imparato ancora di più, la mia. La realizzazione dell’opera, in tutto è durata più di due anni. Ho avuto la collaborazione di tutti gli amici che ho raccolto in tanto tempo di vita a Roma: negozianti, bar, una pescheria, laboratori….e poi il mare. Maccarese".

""
Marco Cucurnia

Li si è svolta una lezione su Dino Risi e poi trasformata in…ma vi consiglio di vedere il film. I ragazzi hanno il dono della prima impronta, cosa che oggi nel cinema italiano, a causa di molti registi che non vengono da un giusto percorso, è scomparsa a causa di invadenti direttori della fotografia e frettolosi produttori.

Don Siegel, per esempio, ha mantenuto sempre la purezza della prima impronta. La prima impronta è il sorriso o il non sorriso che hanno nella foto di classe della prima elementare. I ragazzi sono nove registi bravissimi e mai alla moda e non bisogna mai accontentarsi con loro perché loro non si accontentano.

I Silk Road Film Awards è un concorso mensile con proiezioni annuali aperte a registi indipendenti di tutto il mondo, e vengono presi in considerazione per la partecipazione sia opere brevi che lunghe. I dodici film vincitori del premio mensile, riceveranno una selezione ufficiale per una proiezione dal vivo al Teatro Alexandre III a Cannes, in Costa Azzurra, alla fine dell’anno. I giudici valutano la qualità del cinema, la creatività e la capacità di raccontare storie. La missione del
Silk Road Film Awards è scoprire registi indipendenti di talento ed essere un veicolo importante per la loro crescita professionale.