Tempo di lettura: 2 minuti

Il cinema non è facile, non è leggero nonostante si viva in un’era tascabile. Per questo motivo, per dichiarare ancora il suo amore il regista Marco Cucurnia ho realizzato, “Dedicato al cinema”. Cercando di insegnare a nove ragazzi con disabilità cioè con cuori puri, con occhi privi di sovrastrutture (la disabilità è nostra non loro) quello che il regista ha appreso da Mario Monicelli in vent’ anni di assidua frequentazione e dai tanti film che ha guardato nei venti anni precedenti.

Marco Cucurnia voleva dar loro, una matita nuova. Si è costruito un’opera d’immagine, un film, fatto con lo scotch, la pellicola usata, con i carrelli della spesa, con un’antica macchina fotografica, con una pianola da bimbi… Non volevo certo fare un documentario sulle loro vite, ma semmai sono io che osservandoli ho imparato ancora di più, la mia. La realizzazione dell’opera, in tutto è durata più di due anni. Ho avuto la collaborazione di tutti gli amici che ho raccolto in tanto tempo di vita a Roma: negozianti, bar, una pescheria, laboratori….e poi il mare. Maccarese. Dove abbiamo svolto una lezione su Dino Risi e poi trasformata in…no questo non ve lo dico, bisogna vedere. I mie ragazzi hanno il dono della prima impronta, cosa che oggi nel cinema italiano, a causa di molti registi che non vengono da un giusto percorso, è scomparsa a causa di invadenti direttori della fotografia e frettolosi produttori. Don Siegel, per esempio, ha mantenuto sempre la purezza della prima impronta. La prima impronta è il sorriso o il non sorriso che abbiamo nella foto di classe della prima elementare. Voglio dire a tutti i giovanissimi : ricordatevi che un film ha un ingombro. I miei ragazzi sono nove registi bravissimi e mai alla moda e non bisogna mai accontentarsi con loro perché loro non si accontentano. Sempre sempre grazie al vostro giornale per l’intervista!

I Silk Road Film Awards sono un concorso mensile con proiezioni annuali aperte a registi indipendenti di tutto il mondo, e vengono presi in considerazione per la partecipazione sia opere brevi che lunghe. I vincitori del premio mensile, 12 film, riceveranno una selezione ufficiale per una proiezione dal vivo al Teatro Alexandre III, Cannes, Costa Azzurra, alla fine dell’anno. I nostri giudici valutano la qualità del cinema, la creatività e la capacità di raccontare storie. La nostra missione è scoprire registi indipendenti di talento ed essere un altro passo nella loro carriera.