Tempo di lettura: 2 minuti

""

Il ristorante Antica Cantina Forentum, punto di riferimento per la tradizione gastronomica lucana nel centro storico di Lavello (Potenza), organizza una cena a 4 mani “Il Nord incontra il Sud”, dedicata alla grande cucina venerdì 25 settembre con gli Chef Francesco Giura e Maria Lucia Vizzano.

Chef lucano (classe 1994), Francesco Giura ha alle spalle grandi esperienze di altissimo profilo: ha lavorato per il Marchesino, storico ristorante del Teatro alla Scala di Milano, per un anno al fianco di Gualtiero Marchesi; a Torino presso il ristorante Al Cambio di Matteo Baronetto; ha collaborato con il ristorante gourmet Sikelaja.

Una cena degustazione che celebra i presidi Slow Food e DOP: polpetta di melanzana di rotonda con cuore morbido di Canestrato di Moliterno su cicoria e gambero marinato al lime; baccalà sfogliato su cremoso di fagioli rossi del Pantano di pignola, carpaccio di zucca e peperone crusco; insalata di podolica con more di Monticchio, pistacchio di Stigliano leggera misticanza  e salse; riso acquerello al pezzente materano con spuma di caciocavallo silano e olive infornate di Ferrandina; carré di agnello alla milanese su ciambotta lucana e maionese al rafano potentino; mousse alle mandorle con pera signora aromatizzata al timo, lingua di gatto e riduzione all’Arna Lucano.

Un ruolo di primo piano anche per l’olio extravergine di oliva VU, DOP prodotto dagli ulivi del Monte Vulture.

Aperto nel 1985, è animato dal giovane proprietario-Chef Savino Di Noia, che gestisce la cucina con sua madre Maria Lucia Vizzano e sua moglie Aurora, maître di sala e perfetta padrona di casa. 

Oggi l’Antica Cantina Forentum è un indirizzo per appassionati di cucina gourmet in Basilicata, 

"Siamo felici di questa collaborazione lucana, espressione dell’eccellenza della cucina italiana e dei presidi Slow Food. Territorio e tradizione culinaria sono molto importanti, si conosce sempre meno quello che si mangia e il ritorno alle origini, all’utilizzo del prodotto di nicchia del piccolo produttore, è sempre più ricercato. – spiega Savino Di Noia – Questa è sempre stata la nostra filosofia, fin dai primi anni di ristorazione, oggi ancor di più…m’impegno affinché il piatto per il nostro cliente sia un viaggio nel tempo, tra sapori antichi."