Tempo di lettura: 2 minuti

""

Il ristorante Antica Cantina Forentum apre il prossimo 31 luglio il nuovo Forentum Food Evolution, un nuovo format di ospitalità contemporaneo e vivace, che rappresenta l’evoluzione del cibo dai prodotti tradizionali. 

Un’estate fervida di iniziative per Savino Di Noia, anima dell’Antica Forentum, che ha organizzato anche una serata speciale il prossimo mercoledì 5 agosto con un evento dedicato alla grande mixology presso Forentum Food Evolution.

Una serata speciale che vedrà la partecipazione del famoso bartender campione del mondo Bruno Vanzan. Uno dei barman più richiesti al mondo, con il suo talento nel creare i migliori cocktail con movimenti scenografici: due volte campione del mondo di Flair, Vincitore miglior cocktail al mondo 2016 Campionati IBA.

""

Il Forentum Food Evolution è un’iniziativa che risponde alla volontà del proprietario-Chef Savino Di Noia, di proporre una cucina contemporanea, che unisca la tradizione delle eccellenze locali dei prodotti lucani e le nuove tendenze fusion asiatiche in un mix contemporaneo.

Il Forentum Food Evolution propone eccellenze in ogni ambito: è stata siglata una collaborazione con la pasticceria giapponese di Hiromi Cake. Tra le partnership di alto profilo anche l’esclusiva con Dom Pérignon Rosé Luminous. 

Guest star del Forentum Food Evolution è anche lo Chef Sushiman Abdur Raqib che unisce nei suoi piatti cucina asiatica e ispirazioni contemporanee: Abdur Raqib è stato tra i primissimi in Italia a proporre il sushi e la cucina asiatica di profilo internazionale. 

"Oggi Antica Cantina Forentum è un indirizzo per appassionati gourmet che amano la tradizione – spiega Savino Di Noia, che gestisce il ristoranteinsieme a sua madre Maria Lucia Vizzano e sua moglie Aurora  – Ora vogliamo proporre anche una cucina contemporanea, oltre alle eccellenze del menu della tradizione."

Il nuovo Forentum Food Evoution permette di presentare sushi e presidi slow food lucani in un equilibro sapiente, che evidenzia ancora di più le eccellenze del territorio. 

"Un buon piatto nasce sempre dalla qualità dei prodotti e delle eccellenze regionali" aggiunge Di Noia. "ll territorio è la prima ricchezza di una regione e va conosciuta e insegnata. Abbiamo scelto di evidenziare i nostri presidi Slow Food lucani, insieme ai prodotti Slow Food internazionali."