Tempo di lettura: 2 minuti

""

Quattro Premi Oscar sul palcoscenico del Teatro Petruzzelli di Bari, e le chiavi della città al maestro Ennio Morricone, hanno aperto la decima edizione del Bif&st, il Bari International Film Festival in programma fino al 4 maggio. Accanto al maestro Morricone sono saliti sul palco il compositore Nicola Piovani e i registi Giuseppe Tornatore e Gianni Quaranta.Con la voce rotta dalla commozione, il maestro Morricone ha dedicato la consegna delle chiavi alla ricostruzione del Teatro Petruzzelli: è «la prima cosa che mi viene dal cuore», ha detto.

«Voglio ringraziare tutti quelli che hanno parlato per me», ha aggiunto dopo aver ascoltato la laudatio di Piovani e i saluti del governatore Michele Emiliano e del sindaco di Bari, Antonio Decaro: «Io penso sempre di non meritare niente – ha detto il ‘rè delle colonne sonore – la musica è l’unica cosa che so fare e la faccio quando posso». Le sue poche parole sono state interrotte più volte da fragorosi applausi del pubblico che ha assistito alla cerimonia.

«L’Italia è il Paese di Dante Alighieri, di Giotto, di Giuseppe Verdi e anche il Paese di Ennio Morricone», ha detto Nicola Piovani, celebrando in Morricone «un artigiano generoso». «Non c’è un maestro – ha aggiunto – che possa superare il maestro Morricone, l’artigiano che insegna i particolari, l’amore per una partitura scritta bene».

A Morricone è dedicata la prima giornata del festival, con la consegnate delle chiavi di Bari e anche della sacra manna di San Nicola e, questa sera, gli sarà conferito il ‘Federico Fellini Award for Cinematic Excellencè. Nelle otto giornate del Bif&st gli sarà dedicata anche una grande retrospettiva, con la proiezione di 42 film da lui musicati e due mostre fotografiche, mentre nelle strade del centro la filodiffusione trasmetterà le musiche di Morricone.

«Queste chiavi idealmente aprono le porte della nostra città“ ha detto il sindaco Decaro e «speriamo che la facciano sentire sempre a casa a Bari». Nella pergamena che accompagna le chiavi, il maestro Morricone è definito «straordinario musicista, ineguagliabile compositore e ambasciatore del talento italiano nel mondo». «La storia del cinema – ha letto il sindaco Decaro nella dedica – non sarebbe stata la stessa senza il genio Morricone, che da oggi ci onoriamo di annoverare tra gli amici della nostra città».

Foto di Raffaella Fasano e video di Celeste Francavilla (riproduzione riservata)