Tempo di lettura: 2 minuti

"cucurnia"Dal 16 al 20 aprile si terrà al Teatro Lepic a Montmartre di Parigi "Ethnografilm", la mostra dal titolo "Il colore dei miei giorni" (The color of my days), l’esposizione che cerca di migliorare la comprensione del mondo sociale attraverso il cinema. Questo Festival propone oltre 100 opere di documentario e tra queste opere è stata inserito il lavoro del regista Marco Cucurnia.

Con questa piccola opera -ci dice Cucurnia – ho voluto raccontare gli occhi di una madre che vede con gli occhi del figlio che ha in grembo.

Marco Cucurnia è nato a Genova nel gennaio del 1975. Prima di approdare al cinema, ha cominciato a dare razionalità all’immaginazione con la fotografia: i primi scatti sono stati tra i cumuli di carbone del porto di Genova. Ha lavorato tanti anni con Mario Monicelli. Il suo primo film nel 2006, Solometro, ha vinto il Premio Ajaccio 2008. Lalibi del 2004 ha ricevuto il Premio Kodak, il Premio del Mensile Ciak al miglior corto italiano e il Primo Premio al Genova film festival 2004.

"fotoIl 5 settembre 2016 ha presentato Il mio omaggio a Dino Risi, del 2016, alla Casa del Cinema di Roma. Il cortometraggio del 2015, Niente, ha rappresentato l’Italia a Città del Messico. Altre opere: Genova, Amore Mio, film documentario con Paolo Villaggio – 2004 Rai Tre; Mario Monicelli, l’artigiano di Viareggio – ritratto – 2001 RAI UNO, presentato in anteprima nella sezione cineasti del Presente al Festival di Locarno 2001. Tra le mostre: Luce di Krypton – 2019. Surpensieri – 2018; Amircal – 2015; La strada per Krypton – 2017.

Per informazioni https://www.ethnografilm.com/