Tempo di lettura: 2 minuti

"image"

Ha riscaldato il clima autunnale il ritmo travolgente della musica eseguita per “Una Fuga in Spagna -Concerto per solisti” giunto alla III Edizione e proposto nella Chiesa Madonna della Pace di Molfetta.

Caldi anche i colori degli abiti delle interpreti, rosso fuoco, come calde sono state le note proposte dai bravissimi musicisti dell’ Orchestra Filarmonica Pugliese.
Per il terzo anno consecutivo, è tornato a Molfetta il “Concerto per i solisti”, per questa edizione con un repertorio tutto dedicato alla Spagna.

Ad esibirsi Marco Misciagna (34 anni, viola) e Vito Vilardi (30 anni, chitarra), due musicisti giovani ma con curriculum assolutamente invidiabili: entrambi vantano,infatti, concerti in tutto il mondo e riconoscimenti importanti a concorsi nazionali e internazionali. Misciagna, in particolare, si è esibito da solistanelle più famose e importanti sale d’Europa e d’America ed è tra i migliori violinisti e violisti al mondo e fra i più talentuosi musicisti della sua generazione.

Ad introdurre la serata l’attore Pantaleo Annese che ha presentato il concerto ed i valenti musicisti facenti parte dell’Orchestra Filarmonica Pugliese, fiore all’occhiello del territorio, alla bacchetta del suo direttore stabile, M° Giovanni Minafra.

Sono state eseguite sonate di: Albeniz, Dyens, Tarrega, Marais e altri autori spagnoli e per la prima volta in assoluto è stata proposta al numeroso e caloroso pubblico la Eine Nacht in Sevilla (Konzertouverutre nello stile spagnolo) di Michelangelo Cotugno , compositore bitontino di scuola viennese.

Finalità dell’ iniziativa, promossa in maniera indipendente dall’Associazione Legni Pregiati, è stata quella di valorizzare i talenti di ‘casa’, che raccolgono consensi in tutto il mondo e rendono, così, onore alla nostra Regione.

La Puglia, e Molfetta in modo particolare, vanta una serie di eccellenze in ambito musicale che andrebbero ulteriormente fatte conoscere ed apprezzare.

Il pubblico ha calorosamente e a lungo battuto le mani, richiedendo dai musicisti il bis che con piacere gli interpreti hanno concesso regalando ulteriori emozioni in musica.