Tempo di lettura: 2 minuti

"LaA poche ore di distanza l’uno dall’altro muoiono in chiesa prete e sagrestano. Delle strane morti si occupa il dottor Giannelli, medico del paese, appassionato di epitaffi e passeggiate nei cimiteri. Nelle sue ricerche assumono un ruolo centrale un vecchio banco di legno e la storia, misteriosa e affascinante, di quattro donne e dei loro legami di sangue e morte. Sono questi gli elementi su cui la scrittrice Franca Cicirelli ha costruito il romanzo Le sorelle Sblendorio (Il Grillo editore) che presenta lunedì 21 maggio, alle 19, nella libreria I Billini (via Michele Garzilli 12) a Grumo Appula nell’evento organizzato con i Presidi del libro. A dialogare con l’autrice l’editor Filomena Pepe. Durante la serata, introdotta dalla giornalista Gilda Camero, Angela Fariello e Alex Bartolo leggeranno alcuni brani del libro, accompagnati da Luciano Ursi alla fisarmonica. “Le sorelle Sblendorio” si sviluppa come un giallo sentimentale in cui l’indagine si concentra nella terra dell’intimità, in cui si originano e covano rimorso e risentimento. Il racconto si sviluppa su due piani temporali, costantemente alternati, fine Ottocento (nascita, infanzia, adolescenza, giovinezza delle sorelle) e anni 50 del Novecento quando avvengono i decessi. La narrazione è intervallata da “Vocazioni”, inserti dal tono più lirico, con cui i personaggi svelano i loro pensieri, i loro desideri, le loro paure.

"LaFranca Cicirelli è nata a Bari e vive a Toritto. Insegnante in una scuola secondaria, da sempre coltiva l’esercizio dei laboratori creativi ed espressivi svolti nelle scuole e nei centri per la cultura ludica. Ha scritto e illustrato alcune fiabe per bambini tra cui “Ti amo G.”, “Camilla e il mondo dei giardini”, “Signor pittore”, “Camilla e il pirata Caravaggio” (Edizioni La Meridiana) e ha pubblicato inoltre una raccolta di racconti brevi, “Aravo le mandorle” (Besa). Le sorelle Sblendorio (Il Grillo editore) è il suo primo romanzo.