Tempo di lettura: 3 minuti

"slowIl clima e i mercati stanno cambiando l’alimentazione e l’agricoltura. È questo il tema del convegno che si svolgerà nell’auditorium dell’Istituto alberghiero ‘Pietro Calamandrei’ di Carbonara il 27 aprile prossimo, promosso e organizzato in collaborazione con l’associazione enogastronomica culturale Food life di Casamassima.

Il convegno – che punterà sull’importanza della qualità delle materie prime e dei prodotti del territorio – mira a sensibilizzare gli studenti e futuri chef sulla consapevolezza dell’evoluzione alimentare (e in alcuni casi involuzione) derivante dai profondi cambiamenti climatici e dalla globalizzazione dei mercati. Come cambia, dunque, la nostra tavola?

L’associazione Food life – fondata per favorire la consapevolezza alimentare e sensibilizzare sui pericoli del mercato che spesso avvilisce il patrimonio enogastronomico autoctono – proverà a tracciare un percorso di tutela del made in Italy per incentivare i consumi di prodotti locali avvalendosi di produttori nostrani. “Il made in italy – commenta Piero Loprieno, presidente dell’associazione – è la massima espressione della qualità agroalimentare italiana nel mondo e va preservata, guardando ai nuovi mercati e ai nuovi prodotti non con allarmismo ma con attenzione e consapevolezza”.

Il programma

Saluti del dirigente scolastico, Carlo De Nitti

Saluti del presidente di Food life, Piero Loprieno

I temi trattati durante il convegno:

·      La storia della cucina dall’epoca romana ai giorni d’oggi, a cura della chef Anna Prucnal (al termine dell’evento contribuirà alla preparazione di piatti della tradizione insieme agli alunni)

·      L’importanza della scelta del prodotto in cucina. Cos’è l’agricoltura biologica. Descrizione di obblighi e adempimenti di un operatore biologico, a cura dell’agronomo Maria Ciaula

·      L’importanza dell’olio extra vergine in cucina, a cura dell’esperto assaggiatore Amedoo, Francesco Matarrese

·      Esperienze, a cura dell’agronomo e già presidente di Icea (organismo di controllo biologico), Nino Paparella (racconterà la sua realtà biologica in città Bistrot buo’)

·      Cos’è la Celiachia?, a cura del presidente associazione Aic Puglia, Michele Calabrese

·      Scegliere materie prime di qualità: una strategia di prevenzione, a cura della dietista Rosalisa Cici.

Modera la giornalista Marilena Rodi.

Seguiranno: conversazione e testimonianze con alcune aziende del territorio.

Durante l’evento i futuri chef avranno l’opportunità di interagire attivamente nella preparazione degli alimenti che saranno offerti dalle aziende locali, che collaborano con l’associazione. Alla preparazione dal vivo dei piatti, farà da eco il concorso fotografico ‘Fotografa il tuo piatto della tradizione rivisitato". Gli studenti prima dell’evento potranno inviare all’associazione un massimo di 2 foto ciascuno entro le ore 14 del giorno 20 Aprile (inviando mail all’indirizzo: foodlifeapulia@gmail.com).

La foto deve rappresentare un piatto della tradizione pugliese, ma rivisitato e personalizzato in chiave moderna. Il cibo pugliese, che è più che un alimento, è suoni, profumi, emozioni, ed è proprio la ricerca dei sapori di un tempo, dei nostri nonni e dei prodotti raccolti dalla nostra terra che metteremo in luce, ovviamente tenendo conto dell’evoluzione alimentare e delle nuove tecniche utilizzate in cucina. Una giuria esperta composta dai membri dell’associazione organizzatrice, selezionerà i migliori scatti che verranno poi premiati il giorno del convegno e poi successivamente pubblicate sulla pagina facebook "Food life Casamassima".

La conclusione del convegno è affidata alla degustazione delle pietanze preparate dagli alunni e dalla chef dell’associazione in sinergia.

Parteciperanno inoltre Massimiliano Barnaba e la docente di pasticceria Melita Lonardelli, esperti in prodotti senza glutine, che al momento prepareranno pizza e dolci gluten free per non escludere eventuali ospiti celiaci.