Tempo di lettura: 2 minuti

"riontino-e-la-cipolla"Un 2017 positivo per le vendite di Cipolla bianca di Margherita Igp, specialità alimentare pugliese che ha particolarità di non essere prodotta nel terreno, ma nelle sabbie del Mar Adriatico, a sud del Gargano, nei territori compresi tra Margherita di Savoia, Zapponeta e Manfredonia.

Il Consorzio di tutela e valorizzazione del prodotto, a soli due anni dalla sua costituzione, include oggi 20 aziende di piccoli produttori di cipolle, due cooperative di produzione e quattro aziende di confezionamento. "Il 2017 – dice Giuseppe Castiglione, presidente del Consorzio – è stato un anno terribile per i produttori italiani di cipolle ed è stato difficile anche per i nostri. La produzione eccessiva a livello nazionale si è sommata all’importazione di grandi quantità di cipolle da tutto il mondo, provocando un crollo dei prezzi per tutto l’anno".

"I volumi certificati nell’ultimo anno sono però incoraggianti – prosegue Castiglione – Se nel 2016 su 66mila quintali di produzione sono stati certificati Igp 16.997 quintali di cipolle, poi vendute per la totalità sul mercato, nel 2017 i numeri sono cresciuti, arrivando a essere certificate 22.164 quintali di cipolle bianche a marchio Igp, anch’esse vendute per la totalità: il 30% in più. Segno che i mercati e la grande distribuzione stanno dimostrando sensibilità per un prodotto a qualità certificata".

Per quanto riguarda il futuro, Castiglione sottolinea: "Siamo convinti che con le nuove opportunità offerte dal marchio Igp il numero dei nostri soci sia destinato a salire. E’ prioritario – conclude – il controllo sul corretto utilizzo del marchio e sulla qualità stessa della merce. Tutto ciò nell’ottica di aumentare i volumi di vendita del prodotto certificato e garantire dei prezzi remunerativi alla produzione".

Nel frattempo, il Consorzio si prepara a partecipare a Berlino alla fiera Fruit Logistica con uno spazio espositivo, posizionato nella Hall 4.2-stand B12-7. I visitatori potranno trovare non solo confezioni di cipolle certificate, ma anche marmellate di cipolla e cipolline in agrodolce. Per l’occasione, inoltre, uno chef "autoctono" di Margherita di Savoia, Salvatore Riontino, preparerà gustosi piatti a base della cipolla Igp, come ad esempio il risotto alla cipolla.