Tempo di lettura: 2 minuti

"talos2017"E’ «la melodia, la ricerca, la follia», il sottotitolo che accompagna l’edizione 2017 del Talos festival, la manifestazione musicale che si svolge a Ruvo di Puglia (dal 3 al 10 settembre prossimi). Il festival è stato presentato oggi a Bari nella Mediateca Regionale Pugliese da Pasquale Chieco (Sindaco di Ruvo di Puglia), Monica Filograno (Assessora alla Cultura di Ruvo di Puglia), Aldo Patruno (Direttore del Dipartimento turismo e cultura della Regione Puglia) e Pino Minafra (Direttore artistico Talos Festival) e Giulio De Leo.
Il festival 500 musicisti tra cui Michel Godard, John Surman, Evan Parker, Michel Portal, Vincent Peirani,Ihab Radwan, Ernst Reijseger, Peppe Barra, Canzoniere Grecanico Salentino,Faraualla, Roberto Ottaviano, Eugenio Colombo, Dario Cecchini, Nicola Pisani, Livio Minafra, l’Orchestra Sinfonica della città Metropolitana di Bari.
La manifestazione, ideata 25 anni fa e diretta dal trombettista e compositore Pino Minafra, propone anche quest’anno un articolato programma dedicato al fenomeno culturale della banda con concerti, produzioni originali, presentazioni di dischi, masterclass. In programma anche le mostre fotografiche di Enzo Paparella, Raffaele Puce e Maria Pansini e la proiezione del cortometraggio «Tama Kelen – il viaggio che insegna» di Michele Pinto. Grande novità è l’incontro tra musica e danza contemporanea, con le coreografie curate da Giulio De Leo e dalla Compagnia Menhir per regalare un carattere multidisciplinare al festival. Partner già di questa edizione il Conservatorio di Musica Niccolò Piccinni di Bari, l’Associazione Culturale Terra Gialla, l’Associazione Menhir con l’omonima compagnia di danza contemporanea diretta da Giulio de Leo e la cooperativa Doc Servizi.
Il Festival è articolato in due sezioni: un’anteprima (dal 3 al 6) dedicata alle esperienze che si sono formate all’interno di istituzioni culturali, conservatori, scuole, e una sezione internazionale (dal 7 al 10) con grandi ospiti di respiro nazionale e internazionale e alcune produzioni originali realizzate espressamente per il Talos.

Un momento della conferenza stampa di stamattina (foto Michele Traversa)